Al soggetto di cui sopra, immortalato nel dagherrotipo, è sempre stato rimproverato di non sapersi vendere, pertanto, con soverchi sforzi, sta tentando almeno di affittarsi. Da adolescente studia pianoforte con un maestro di origini balcaniche di cui non ricorda il nome. Laureato in giurisprudenza, si definisce un cantautore galleggiante (=emergente di lungo corso) moderatamente spumeggiante. La storica etichetta IT Micocci Dischitalia Editori ha pubblicato nel 2000 il suo singolo "Incubalibre"poi ripubblicato anche dalla etichetta del Musicultura Festival 2005 (già premio Recanati). E' stato tra le altre cose anche uno degli otto vincitori della XVI Edizione di questa rassegna della canzone d'autore. Nato a Roma, pianista. Ha una produzione musicale molto cospicua quasi… incontinente...! Nell'estate del 2009 è uno dei due artisti di Teatro Canzone selezionati dalla Commissione della Fondazione Giorgio Gaber e si esibisce sul prestigioso palco della Cittadella di Viareggio in occasione del Festival in onore di Giorgio Gaber, presentando un estratto dello spettacolo da lui scritto e dal titolo "….sana e robusta Costituzione". Sempre nel 2009 si aggiudica la Targa City Music Lab del Premio assegnato dal Pubblico. E' il vincitore del concorso Suona la Poesia 2008 nato dalla collaborazione tra il M.E.I. e il Festival Internazionale della Poesia di Genova con il brano "Alla mia Nazione" tratto dall'omonima lirica di Pier Paolo Pasolini. Molto sensibile alle manifestazioni di solidarietà, ultimamente ha partecipato alla rassegna musicale in favore di Save the Children svoltasi a Rieti e il suo brano "Alla gitana" è stato inserito nel CD compilation e nel DVD "Voci Che Chiamano 2007". Ha scritto una raccolta di frammenti letterari (poesie, racconti, aforismi e appunti sparsi..) dal titolo "Boogie sbagliati". E' anche autore, nonchè protagonista di un altro un mini-spettacolo rientrante nel genere del teatro-canzone dal titolo "Provvisoriamente Definitivo". Il suo primo Lp si intitola "Musicondriaco" e prende il nome dalla rara sindrome della quale è simpaticamente affetto. Ideatore e promotore di una rassegna musicale Itinerante/Permanente dal titolo "Canzoni a portàr via...", è apprezzato dal cosiddetto ambiente underground romano, ed è protagonista di concerti e serate (recentemente è addirittura ri-emerso esibendosi al Teatro Studio dell'Auditorium di Roma e aprendo la rassegna Generazione X, dopo essere stato segnalato dal giornale "La Repubblica.it"). Il suo secondo Album dal titolo "…sana e robusta Costituzione" è stato pubblicato nell'autunno del 2009. All'interno vi è la versione musicata e cantata della poesia di Pier Paolo Pasolini "Alla mia nazione", una rivisitazione in chiave Jazz di "Una storia disonesta" di Stefano Rosso e un libero e fantaironico adattamento in versione sci-fi dell'intramontabile capolavoro di Giorgio Gaber "Non arrossire" (anche questi brani si possono ascoltare su questa pagina).