Carmen Consoli - Testo Lyrics La notte più lunga

Testo della canzone

Verso l’alba avvistammo quella barca malandata
tracimante di persone che agitavano le braccia
un carico di tragica speranza
di vite inscatolate senza alcuna etichetta
Quella sera il nostro mare avrebbe riportato a riva
anche il resto del composito equipaggio senza vita
Chi governerà questa furia mediatica
parole d’autore intrise di dolore,
correte tutti è in onda il nuovo reality in mondo visione
A cosa servirà l’ennesima visita
di maghi e onorevoli, di sua maestà
e piangitori in posa che si disperano per tre euro l’ora.
E malgrado sapessero di commettere reato
di comune accordo i pescatori tesero la mano
in barba ad ogni amara conseguenza
seguirono la voce della propria coscienza.
Quella sera il nostro mare avrebbe riportato a riva
mappe, foto di famiglia, stracci e una scarpetta bianca.
Chi governerà questa furia mediatica
parole d’autore intrise di dolore,
non fatevi sfuggire questo nuovo show sensazionale
A cosa servirà l’ennesima visita
di cortesia e formale solidarietà
Su venghino signori ad ammirare il circo degli orrori
Chi governerà questa furia mediatica
parole d’autore intrise di dolore
Carnevale ha in serbo un nuovo carrozzone di promesse vane.

Album che contiene La notte più lunga

album L'abitudine di tornare - Carmen ConsoliL'abitudine di tornare
2015 - Pop
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati