Anita Petruzzi (basso) LucaTiraterra (batteria), Tommaso Alfonsi (chitarra) Elisa Marrama (voce, synth,chitarra), i Clastomatic sono un' alternative/rock band dalle venature "post" formatasi a Roma nel 2012.

"L'uomo è tendente all'autodistruzione, un concetto che ci ha affascinato.. ma inorridito al contempo." su questa linea si muove il loro modo di essere apparentemente molto calmi, il loro prodotto che ne è la sintesi, o, forse meglio, lo sfogo, e il loro nome. la clastomania infatti non è altro che un impulso morboso ed insopprimibile che spinge a distruggere, demolire, lacerare qualsiasi oggetto capiti a portata di mano, nascosto a volte nell'indole di persone apparentemente molto pacate. Ma in questo caso la distruzione si trasforma in creazione.
La loro musica è infatti un sintomo, un concentrato di deliri, marce allegre e alienazioni strumentali fortemente contagiose.

Nel 2012 aprono la tappa aquilana del tour “questa notte non sono morto” degli Airway, e partecipano alla rassegna “Spazio Autori” ideata da Spazio Ebbro Club.

Nell'agosto 2013 entrano in contatto con il "Kutso Noise Home", studio di registrazione del leader dei Kutso, e incidono il loro primo EP, "M.O.C, soggetto di ottime critiche fra le principali webzine.

Il lavoro è seguito dal “M.o.c.” Mini Mini Tour” che tocca importanti palchi romani come Traffic, ZooBar, Locanda Atlantide..

Sempre nel 2013 suonano per la rassegna musicale LEM – Libere Espressioni Musicali del CSA La Torre, insieme a Luminal, Twiggy è Morta, Pivirama e tanti altri artisti, e si esibiscono in chiusura dell’evento “week end di corti” del Teatro Sala Uno in Piazza S. Giovanni a Roma.

Nel febbraio 2014 firmano un contratto con Gramophono Records, che li accoglie nel proprio roster per produrre il loro primo singolo “LUGLIO”.