Il gruppo nasce nel gennaio 2009 dal connubio di quattro musicisti palermitani: Davide Di Giovanni (piano e synth), Giovanna Marascia (alto sax), Marco Petrigno (chitarre), Clara Zingales (voce). Sin da subito l'idea è stata quella di proporre delle atmosfere particolari, influenzate dalla chanson française del dopoguerra. In un'incessante ricerca di suoni e ambientazioni sempre più naif si è anche dato ampio spazio a sonorità a metà strada tra il cantautorato italiano, il folk e il jazz contemporaneo. I testi delle canzoni, sublimati in un'accezione tendente al dark, suggeriscono immagini di sogni ancora vivi che sfuocano quasi nel surreale, proiettando le stesse nel concreto della quotidianità, in spiagge afose, estive, ma desolate e desolanti, in una promenade solitaria tra i vicoli di una città che corre affannosamente. I quattro raccontano in musica la vita nella sua totalità e vivacità, ma contemporaneamente nella sua astrattezza, quasi a voler rincorrere ad ogni costo il tempo che sfugge. Una chitarra scandisce le canzoni-racconto, quasi recitate, a volte semplicemente sussurrate, in cui sembra superflua una qualsiasi base ritmica. Negli ultimi tempi ai tre strumenti canonici del gruppo si aggiunge il synth, che dona alle ambientazioni appena descritte un tocco quasi più vintage. Il gruppo è stato impegnato durante tutto il 2009 in un'assidua attività live, per approdare successivamente al primo lavoro in studio, realizzato grazie alla direzione artistica di Marco Monterosso. L'Ep contiene sei brani in francese e in italiano che riassumono l'excursus artistico dei mesi precedenti.