I Crystal Newton (Livorno) nascono nel 2007 da un'idea di Marco Della Mea (voce e chitarra) e Riccardo Dall'Asta (chitarra e voce), entrambi componenti del progetto elettro-rock "Viewless Injuring Propagandha". Le prime canzoni vedono l'utilizzo anche di parti elettroniche per sopperire alla mancanza di un vero batterista. Pochi mesi più tardi si uniscono al gruppo Glauco Ricoveri (Thisgust) alla batteria e Patrizio Orsini (Jackie-o's Farm) al basso. Con questa formazione le canzoni cominciano a sviluppare quello che poi sarà lo stile del gruppo qualche anno dopo. Nel 2008 registrano il loro primo demo dal titolo "first step to success", registrato da Fabio Fantozzi. Nel 2009 entra a far parte del gruppo il nuovo bassista Matteo Vigoni (Radio Mosquito). Il gruppo comincia a lavorare a nuovi pezzi; le parti ritmiche divengono sempre più sostenute, le melodie, soprattutto per quanto riguarda le parti vocali, divengono sempre più importanti e articolate, grazie anche a l'utilizzo delle due voci. Da un iniziale Rock pop le influenze si arricchiscono di elementi country e folk, che conferiscono alle canzoni una vena malinconica ma allo stesso tempo scanzonata. Nasce cosi, tra le quattro mura del loro fondo, il "Mountain Pop". Alla fine del 2009 cominciano le registrazioni del loro primo disco. Registrato e mixato da Tommaso Bandecchi (Ice Factory Production), con la collaborazione di Francesco Manetti per quanto riguarda l'artwork, esce nell'Agosto del 2010 "Superlove", una cavalcata di 10 brani nella giungla dell'amore. I temi trattati nel disco, come si evince dal titolo stesso, sono prevalentemente l'Amore, raccontato con un mix tra ironia e malinconia; l'amore per gli animali, che diventano protagonisti di mirabolanti avventure come in Orgy of Blood; e il desiderio di riuscire a rimanere spensierati, in questa realtà in cui viviamo, che sempre più spesso ci rende ciechi di fronte alle meraviglie che la vita ci può offrire. Il disco, completamente auto-prodotto, è gratutito, scaribabile e ascoltabile in streaming dal nostro sito. Tutte le tracce sono sotto licenza Creative Commons, e possono essere distribuite o riutilizzate come più uno desidera, ma non ha scopo di lucro. Attualmente il gruppo, oltre che alla promozione del disco, si sta impegnando alla lavorazione dei nuovi brani che dovrebbero far parte di un nuovo lavoro, che vedrà la luce probabilmente i primi mesi del 2011.