Dave Damato comincia a suonare la chitarra da ragazzino, all'età di sedici anni nello scantinato del negozio di vestiti dei suoi nonni, nella sua città natale, Giussano. In questo scantinato trova una batteria Ludwig, sempre del nonno, grazie alla quale impara l'arte dell'essere batterista, oltre che chitarrista.Alle prime armi, sia come chitarrista che come batterista si mette dietro le pelli in una band punk-rock con gli amici. Dopo questa esperienza limitata agli anni del liceo Dave Damato ricevette una proposta di suonare non più come batterista ma come lead guitar in un AC/DC tribute con degli amici. Questa breve ma fondamentale esperienza aiuta Dave a perfezionare la chitarra rock'n'roll, frenetica e accattivante ed accresce la sua tecnica personale. Negli anni successivi, gli anni dell'università, ritorna fare il batterista in una pop band, "dear" con la quale scrive un piccolo EP a metà tra il rock ed il pop. La band si scioglierà quattro anni dopo. A questo punto Dave decide di "mettersi in proprio", impara a suonare il basso, comincia a studiare l'arte dell' AudioRecording e comincia la vera avventura "Dave Damato" dove Dave si ritrova a comporre la melodia di tutti gli strumenti e a cantare, cosa per lui nuova. Dave si ritrova ad essere cantante, batterista, bassista, chitarrista, percussionista e tastierista. La sua musica riscuote parecchi consensi, tanto che sul sito myspace.com e garageband.com ottiene parecchie visualizzazioni parecchi ascolti e il premio canzone della settimana con TripDiary e The Stars, brani che verranno inseriti nell'album AFTER BREAKFAST. Attualmente sta lavorando in solitaria nel suo "studio" al suo primo album AFTER BREAKFAST, un disco che, come dice il nome, è il disco che da il giusto mood alla giornata che sta per cominciare. Un disco molto intimo, a metà strada tra il funk, il disco acustico, il pop e il rock. AFTER BREAKFAST è l'unione dei pezzi più significativi del primo EP .