Experimental trio with a lot of distortions, echoes, improvisations and Pippo.

Il gruppo nasce nell'autunno del 2012 nell'angusto laboratorio di Vladimir Demikhov. Come ogni sua creazione, anche questa è frutto tanto del calcolo quanto del caso, di una lucidità scientifica che si fa follia. Dall'impossibile incontro di questi opposti nasce il primo EP, "#0", registrato in presa diretta per non rinunciare all'accidente e alla potenza che solo un accadimento puntuale può sprigionare, e le cui tracce vengono intitolate dalla band con dei numeri: il linguaggio della macchina, l'unico che riconoscano come proprio. Dopo la folgorante apparizione di una divinità a due teste, la band si decostruisce e rinasce , ormai consapevole della sua (in)natura: assemblaggio disorganico, creatura di un parto innaturale, sa oggi più che mai che qualsiasi accesso al Bello gli è negato. Al momento il gruppo si cela in laboratorio e raccoglie materiale in vista del suo primo album.