I Desert Rider nascono nel febbraio 2012 dalla volontà di Mathias Traverso (chitarra elettrica) e Francesco Gallinella (basso). Nel giro di poche settimane la formazione è completata da Alessandro Rizzuto (voce) e Manuel Bos (batteria). Con questa line-up, la band ha iniziato a lavorare su materiali originali. Tra maggio e giugno del 2012, il quartetto registra il suo primo lavoro, un demo autoprodotto di tre tracce. Durante la composizione, la band inizia la sua attività live, che è stata portata avanti dall'autunno 2012 alla primavera 2013 su diversi palchi in tutto il centro e nord Italia, permettendo ai Desert Rider la partecipazione e la premiazione (secondo premio) al concorso "RockAge 2013», tenutosi all’ Urban Club, Perugia.

Nel giugno del 2013 la line-up viene modificata: alla batteria Federico prende il posto di Manuel. Tale avvicendamento si accompagna ad un nuovo periodo compositivo nel quale il songwriting, il sound e i rifermenti musicali subiscono un sensibile cambio di rotta, accostando i Desert Rider a sonorità proprie dello stoner/doom metal e del post rock. Nel febbraio del 2014 la band registra il singolo "Masquerade Human", composta nella primavera 2013, che precede l'uscita del primo full-lenght della band, Echoes of the big sand, registrato nel mese di maggio/giugno 2014 e pubblicato nel febbraio 2015, a causa a problemi di line-up: infatti nel novembre del 2014 quando Alessandro Rizzuto decide di lasciare la band. Inoltre, anche le strade di Federico Marcantoni e della band si dividono. Nel Febbraio 2015 Luca Paparelli (batteria) e Davide Marrazzo (voce) si uniscono alla band.
La band sta lavorando per tornare sul palco in breve tempo, pianificando un 2015 di date e l’uscita di un Ep.