Indie uh mano

Si può mettere tutto in una canzone?
“Es muß sein! – Es muß sein! La canzone deve essere un mondo!”
“Ah già… lo disse coso”
“Sì ma era la sinfonia”
“Sì sì… coso dai!”

Quel che rimarrà fuori sarà l’inizio di un altro – un dettaglio – un aglio!! Poi le parole canteranno da sole e la musica le trasformerà ridandogli senso – come un nastro presta l’anima a un missaggio digitale. (Daniele Faraotti 2012)
-
Daniele Faraotti, compositore, chitarrista, concertista e cantante, dopo anni di studi e importanti collaborazioni (una su tutte con Patty Pravo) dal 1996 scrive, suona e porta in giro le proprie canzoni insieme alla DFB - Daniele Faraotti Band che vede Ernesto Geldes alla batteria ed Enrico Mazzotti al basso.

Il sound della DFB è stato descritto come una particolare alchimia tra indie, rock, progressive e altre influenze eterogeneamente elaborate. Essenziale dal vivo, la band trova in studio molti spunti per ampliare e deragliare inaspettatamente verso suoni originali e sperimentazioni. La varietà sembra essere il filo conduttore ad una produzione eclettica e fuori dagli schemi che guarda alla canzone come la forma ideale da plasmare liberamente per farla suonare sempre nuova.