1985. Marty McFly sfreccia ad 88 m/h, l'ultimo immortale ottiene la "ricompensa" e i rullanti periscono sotto i colpi di CLAP. Nello stesso anno nascono i fondatori dei Dossi Artificiali. Cresciuti a polpette della nonna, Commodore 64 e Battisti, Francesco "9Cento" Nicolosi e Martino "Paul Izzie" Polizzi nel 2004 si ritrovano per puro caso nella stessa sala prove/garage ad imbracciare le rispettive bocche da fuoco musicali, synth per 9Cento e basso elettrico per Paul. Anni di confronti e di crescita musicale incastrano Queen e Freak Power in un esplosivo mix sonoro al gusto di elettronica e tempi mozzati. 2008. I due cominciano a fare sul serio, decidono di abbandonare altri progetti musicali e di concentrarsi sulla visione che avevano in comune della musica, inedita, rivoluzionaria, rock nel vero senso del termine, imbracciando strumenti che prima appartenevano ad altri, affidandosi alle moderne tecnologie Apple e facendo della sperimentazione in fase di arrangiamento e composizione il loro stile di vita. 2010. Un album dalle sonorità dannatamente nuove e pieno zeppo di ardite soluzioni musicali e la colonna sonora di un inedito cortometraggio d'animazione si contano in un primo bilancio. 2011. I Dossi Artificiali accolgono Marco "Dosso" D'Urso in vista dell'imminente tour: Dossy is Back Tour, spettacolo dedicato al loro primo lavoro in studio. A 9Cento sono affidati Tastiere/Synth e Voce, Paul Izzie alterna all'interno della stessa canzone Basso e Chitarra e MarcoDosso si destreggia tra i rullanti della batteria acustica ed i pad dell'elettronica.

Ultimi articoli su Dossi Artificiali