I Du Demon sono una band originaria di Cassino, generata e sorretta dalla passione comune dei componenti per il rock, l'alcohol e l'anticonformismo. Si formano nel giugno 2008, dalla volontà di quattro amici ubriachi ad un bar di mettere in piedi una rock band che suonasse una musica diversa rispetto a quella che sentivano in giro. Il nome è un riferimento esplicito alla "birra del demonio" dall'alto tasso alcolico ma anche alla connotazione diabolica che uno spettatore mediocre dà alla musica rock. Il nucleo originario della band è composto dai cugini Matteo Mentella (basso) e Zdravko Topic (chitarra), dal batterista Simone Petronzio e dal cantante/paroliere Valerio Muzi. Vengono subito inseriti nel cartellone dell'Eqofestival 2008, accanto a nomi come Raiz, Apres la Classe e Ozric Tentacles, dove si distinguono per l'alternanza tra veloci sfuriate punkeggianti e brani strutturalmente più complessi. Il gruppo continua ad esibirsi in vari locali del cassinate, ma deve fare i conti con la dipartita di Petronzio e il successivo breve avvicendamento con Paolo D'Onofrio, fino al giugno 2009 quando si unisce a loro il batterista di matrice metal Alessandro Di Cori. Con la nuova formazione, fanno la loro seconda apparizione all'Eqofestival, nell'edizione a cui partecipano fra gli altri Punkreas, Marlene Kuntz e Assalti Frontali. Agli inizi del 2010 però anche Muzi è costretto a lasciare la band, che si riduce a terzetto. Viene così arruolato al microfono Gerardo Di Girolamo, vecchio amico di Zdravko. Con la formazione definitiva iniziano una nuova fase creativa maggiormente sperimentale, e si esibiscono in diversi locali riscuotendo pareri positivi, grazie anche alla instancabile presenza dei "demonzi", gli amici-supporters della band. Nel mese di agosto registrano in presa diretta il loro primo demo, "Crippled Son Of A Demon", contenente 10 inediti che riassumono i tre principali stadi evolutivi della band, sempre all'insegna del rock nudo e crudo.