#followtheEarthBeat

Earth Beat Movement è una band nata nel 2012 in Toscana. Fin da subito, hanno dimostrato una certa passione e predilezione per i ritmi in levare e per la musica reggae più in generale ma anche per le sonorità hip-hop che hanno caratterizzato soprattutto le loro prime produzioni. La band è formata da 5 musicisti tra cui la cantante, Irene 'MisTilla' Bisori, che ha all’attivo diverse collaborazioni con artisti della scena reggae italiana.

Nel 2013 producono il loro primo EP, "EBM", che contiene otto tracce e li porta a vincere il premio come miglior band Toscana all’Italian Wave. A novembre dello stesso anno pubblicano un nuovo single e video, "No diggity", il cui successo li porta a consolidare la collaborazione con il produttore Ciro 'Princevibe' Pisanelli. L’anno successivo escono due singoli, "Devi dire sì" e "Get a sense", che anticipano quello che sarà il loro primo album: "Right road", un disco con dodici tracce in inglese e italiano che racchiude sonorità miscelate, dal reggae più classico al dub, all’hip-hop e alla dancehall.

Con una formazione tutta nuova, composta da musicisti affermati come Alberto Giuliani, Raffaello Braccesi e Federico Barbaro, (già Working Vibes, Roots United, Bomba Bomba) gli EBM intraprendono nel 2015 il loro primo tour ufficiale in collaborazione con BPM Concerti e riescono così a portare la loro musica su più di quaranta palchi di tutta Italia. Presentano due single, "Selfie" e "You’ve got the fire", preludio di "70 BPM", nuovo album uscito a gennaio del 2016 in cui i ritmi hip-hop si vanno a perdere per lasciare il posto al più classico beat che contraddistingue la musica reggae.

Durante il 70 BPM tour, che li porta ad aprire un concerto di Alborosie e a muoversi oltre confine per suonare in Germania, Polonia, Svizzera e Slovenia, esce Tell the people mentre a inizio 2017 pubblicano "City light", singoli accompagnati da videoclip che anticipano quello che sarà il loro terzo album.