Gli Elizabeth sono una band cresciuta a rock, nebbia, zanzare, tra orizzonti che si perdono nella piana emiliana, ascoltando Who, Paul Weller e Radiohead. Hanno modellato la loro muscolatura sonora suonando sempre e ovunque ci fosse la possibilità di farlo, proponendo in un primo tempo i classici che hanno definito il loro olfatto sonoro, per poi scrivere di proprio pugno una serie di canzoni che hanno saputo catturare l’attenzione, non solo del pubblico ma anche di coloro che vengono classificati come “addetti ai lavori”. Le canzoni degli Elizabeth sono la cronaca di eventi emozionali; sfumature caratteriali che influenzano la vita nel quotidiano e sfociano in una sorta di autoritratto emotivo, scritto con l’intento di trasformare i pochi minuti che compongono ogni brano, in una sana catarsi che vive il suo apice durante le varie live session. Una forma talmente particolare e convincente di comporre musica, che un colosso come la Edison li ha scelti per impreziosire la campagna legata ai maggiori eventi sportivi del 2010 come Il Torneo Sei Nazioni di Rugby, le Olimpiadi Invernali disputatesi a Vancouver, i Mondiali di Calcio. Il brano, originariamente vergato con l’italico linguaggio – come avviene normalmente nei pezzi degli Elizabeth – ed intitolato Piove su Milano, è stato realizzato anche in lingua inglese, proprio per sottolineare l’internazionalità del progetto. You are my light è così diventato la colonna sonora degli spot Edison, che mostravano gli incontri ravvicinati tra Gerry Scotti ed una serie di eccellenze sportive; da Francesca Piccinini (Pallavolo) a Pietro Aradori (Basket), da Enrico Fabris (Pattinaggio) a Martin Castrogiovanni (Rugby): http://www.youtube.com/user/ediblog. Sia il doppio singolo che l’album sono stati registrati e mixati da Carloenrico Pinna e Daniele Bagni (ben noto come bassista dei riuniti Litfiba) allo Studio Esagono di Rubiera (RE) e nelle due versioni affiancati dai rispettivi clip (identici nelle immagini / differenti nella lingua) realizzati da Sergio Mastronardi: http://www.youtube.com/watch?v=bpqxD29lnRU Un Mondo per Me, il singolo abbinato alla pubblicazione di Ruggine (Mescal, 19/10/2010) ha avuto l’onore di essere masterizzato al Masterdisk di New York da Howie Weinberg (Ramones, Clash, Nirvana, Smashing Pumpkins, Red Hot Chili Peppers, U2, etc...) mentre il videoclip è stato girato nella città più R’n’R d’Europa, ovvero nella cara e vecchia Londra! Un Mondo Per Me è stato consegnato alle radio nell’edit & acoustic, mentre la versione contenuta in Ruggine diveniva il brano consigliato della settimana su Itunes (dal 29/10 al 05/11).