Pop sanguigno e sincero dalla Romagna (www.fabeifiori.it)

fab (e i fiori) è il nome di un gruppo romagnolo in attività dal 2013, composto da Fabrizio Barnabè (voce, chitarra acustica, percussioni); Libero Foschi (chitarra elettrica, voce, percussioni); Filippo Gaddoni (pianoforte, tastiere, cajon) e Antonio Cortesi (violoncello).

Dopo vari concerti nella prima metà del 2013, a giugno esce il primo videoclip (ideato, diretto, realizzato dal gruppo stesso) di eleonora (fra le rane) che ha per protagonisti un'automobile e cinquanta ragazze che si alternano nell'esecuzione della canzone all'interno dell'auto (http://youtu.be/Ld5jvn0upgU?list=PLBRKZ3hkhFIaiNczAX8WomV4UZPrd4ogg). A luglio vengono selezionati da un insieme di locali e live club in accordo con la direzione artistica del MEI (Meeting Etichette Indipendenti) e inseriti nella compilation annuale curata da MEI e Settesere con il meglio della musica indipendente romagnola. In autunno, dopo un'estate ricca di concerti (compreso un mini-tour delle spiagge adriatiche a bordo di un vecchio camper) esce il loro primo EP: contiene 8 canzoni inclusa eleonora, ed è autoprodotto artigianalmente (registrazioni, grafica, stampa, assemblaggio delle copertine) dagli stessi membri del gruppo nel loro studio (https://soundcloud.com/fabeifiori/sets/ep-disc-2013). Vengono scelti dal Centre Italiance (associazione parigina di promozione della lingua e della cultura italiana) per rappresentare la nuova canzone italiana emergente nell'ambito della loro rassegna annuale: questa collaborazione li porterà a novembre 2013 in concerto a Parigi, ospiti della Péniche Anako, sala da concerto sulla Senna. Nell'aprile 2014 il loro EP d'esordio è best local seller nei negozi di dischi faentini: questo li porta a esibirsi al Record Store Day (la giornata internazionale per la salvaguardia dei negozi di dischi nel mondo) ospitata alla Casa del Disco. A giugno ricevono il premio MEI come miglior band emergente locale 2013-2014, nell'ambito delle manifestazioni per il trentennale di FaenzaRock e per il ventennale del MEI. Saranno poi ospiti in concerto al Meeting delle Etichette Indipendenti di settembre 2014.

Il 20 marzo 2015 esce il loro album di debutto Nonmiscordardite, edito dall'etichetta ravennate Brutture moderne / Spigolo e distribuito da Audioglobe. Disponibile sia in formato digitale su tutti i principali store online per il download e lo streaming (iTunes, Spotify, Deezer, Shazam, Google Play, AmazonMP3, eMusic, Rdio, Rhapsody, Xbox Music) che in formato fisico (CD digipack) in tutti i negozi di dischi. Il disco, autoprodotto, è stato registrato interamente in presa diretta e illustra i rapporti di coppia da tredici angolature diverse: si può parlare di una sorta di concept-album sull'amore (mancato). Composto da sei coppie di "canzoni - sorelle" (cioè con una tematica comune, ma viste da prospettive differenti) più una conclusione a sé stante, l'album descrive varie sfumature di rapporti: dalla noia accomodante del quotidiano alla gelosia assassina di un pazzo, dall'immaturità superficiale alle conseguenze del tempo che passa.
Ad anticipare l'uscita dell'album, il 5 marzo 2015 esce in formato digitale il primo singolo estratto pose (la regina del telefono), accompagnato da un videoclip ospitato in anteprima esclusiva da breakfastjumpers.blogspot.com in cui i volti e gli strumenti dei membri del gruppo - composti interamente di fiori, foglie, frutti e bacche - si animano, dando vita a vere e proprie coreografie. La canzone descrive una ragazza di oggi che vive di pose e si fa desiderare sfruttando la disparità fra la realtà e l'immagine che ci si può creare tramite i social network: nel video, il testo prende forma fra una secchiata di fango e una gettata di petali di rose, fra le orme rosse di un pericoloso felino e le pose fatte al telefono prima di un autoscatto, fra una cascata di fotografie e un lancio di riviste erotiche d'annata. (http://youtu.be/4YyMPGWC1UA?list=PLBRKZ3hkhFIaiNczAX8WomV4UZPrd4ogg)