Artista ironico, imprevedibile a tratti romantico con un idea musicale visionaria dall'etica forte e l'immagine gaia.

Fabio Cardullo è diplomato in chitarra presso il CPM di Milano ha proseguito con lo studio del canto insieme ai maestri Giuseppe Lo Pizzo (Brett Manning certified teacher) , Anna Cimenti (Scuola di musica Thelonious di Vicenza), David Dal Brun.

Inizia ad esibirsi in pubblico nel 1995 con alcune formazioni di musica originale del vicentino in veste di chitarrista e compositore. Vista la facilità nel comporre testi e musiche dall'identità singolare, nel 2000 decide di dedicarsi interamente al suo progetto di cantautore. Ha partecipato alla finale del Girofestival 2003 col brano Solo tu, all’ accademia della Canzone Italiana di Sanremo nel 2000 con il duo Galvanima, 3° classificato al festival Pop&Co svoltosi in Toscana nel 2004.

Ha suonato finora in numerosi locali, festival e teatri (ad es. Festa Liberazione, Roma; Festival Monteciorock; Riviera Folk Festival; Meeting del Mare, Salerno; InstradArte, Treviso; per citarne alcuni) raccogliendo consensi per il suo stile pungente ma scorrevole che attraverso simpatiche composizioni narra ed espone tematiche sociali e sentimentali profonde, con ironia ed alcuni tocchi d'elegante irriverenza.

Realizza fin da subito un paio di Demo cd e nel 2008 arriva il primo EP ufficiale autoprodotto 'Il paradiso è qui' contenente cinque brani tra i quali 'Il topo nell'acqua' con la quale il cantautore aveva già partecipato nel 2005 alla finale del premio della critica di VicenzaNetMusic 2005.

A maggio 2012 presenta il nuovo album 'Metterò la testa a posto' contenente 13 brani in chiave acustica di rinnovata ispirazione che vedono tra l'altro la partecipazione di numerosi musicisti della scena vicentina.
In contemporanea esce 'Siepe Quadrata', il nuovo eclettico vidoclip visibile su www.siepequadrata.it con la partecipazione degli attori Gaetano Cazzola e Antonella Dal Chele, soggetto di Fabio Cardullo, costumista e attrezzista David Riganelli, riprese di Luigi De Frenza e Ernesto Posenato, fotografia e montaggio Luigi De Frenza Expiria.com