Fabio Cinti - Mayday testo lyric

TESTO

Mayday
(testo di Fabio Cinti e Mauro Mazzetti - musica di Fabio Cinti)

Come una casa in fondo al viale, come una casa sotto il sole,
come un cane randagio che scava in un campo,
come le ore d'attesa nelle sale da pranzo,
come l'ultima neve, come le strade in salita,
come i treni lenti prima delle stazioni,
come chi becca le briciole a terra,
così le cose che non riesci a dire,
così le parole che ti lasci per dopo,
così i segreti che nascondi per bene,
The sea is an old idiom that I cannot decifred.*
Hai detto niente "il mare", sopruso d'acqua e sale,
che certe volte scende e certe volte
sale e invece sempre sta tra cielo e nero abisso,
solenne, mentre tu inventi le maree.
Così le parole che ti restano dentro,
così chi finge di starti a sentire,
così tutto il giorno che passa inespresso,
così quando cedi a un momento di gloria.
Fare niente, aspettare,
decidere lentamente di non esistere più.

* "il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare"
(Jorge Luis Borges, da "Luna di fronte")

CREDITS

Testo: Fabio Cinti e Mauro Mazzetti; musica: Fabio Cinti. Produzione e arrangiamenti: Fabio Cinti. Guest: Federica Sala (voce).

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Mayday di Fabio Cinti:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Mayday si trova nell'album Il Minuto Secondo uscito nel 2011 per Venus Dischi.

Copertina dell'album Il Minuto Secondo, di Fabio Cinti
Copertina dell'album Il Minuto Secondo, di Fabio Cinti

---
L'articolo Fabio Cinti - Mayday testo lyric di Fabio Cinti è apparso su Rockit.it il 2020-03-16 10:32:41

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO