Milano, Novembre 2005. Un chitarrista timido che ambisce ad essere una rockstar. Una cantante che si nasconde mettendosi in mostra. Una bassista malinconica, intraprendente ed ammiccante. Un batterista esile all’apparenza, ma energico e prepotente quando rapito dal proprio strumento. Quello che ne deriva è un mix di contrari e paradossi. Quello che ne deriva sono i Fresh Air Of Hiroshima. Rock grunge che incontra l' indie pop, il loro. Ritmi garage che nascono da melodie killer che martellano la testa, con una evidente fascinazione rock&roll. Da paradosso nasce paradosso.