Musica per brevi viaggi in ascensore in compagnia d'individui detestabili

Friedrich Micio potrebbe ma non produce musica da camera, piuttosto predilige la musica d'anticamera o da disimpegno, al massimo da sottoscala, oppure musica per ascensori, o meglio per brevi viaggi in ascensore in compagnia di persone detestabilissime quali lustratori di piastrelle non avvezzi ad ammutolire i loro tecno-gingilli, consumatori di pietanze esotiche e/o speziate alle 9:30 del mattino, adolescenti che sfoderano anglicismi inopportuni, anziani sconosciuti in vena di confidenze et cetera.
I brani di F.M. constano di piccoli quadri a sé stanti, un susseguirsi di situazioni che mirano al disorientamento dell'ascoltatore, un continuo flusso all'insegna del creare e distruggere immagini apparentemente rapsodiche che cela un forte senso dell'ironia, un distacco verso le 'cosucce' umane e una dolce, leggera vena di comicità nei confronti della musica contemporanea (cit.).