Qualche bel documentario sulla musica italiana da vedere nel weekend

RMHC 1989-1999 Hardcore a Roma

RMHC 1989-1999 Hardcore a Roma

Dove sono finiti i protagonisti della scena punk-hc romana del decennio ’89-’99? Ce lo racconta Giulio Squillacciotti che ha impiegato ben cinque anni per mettere insieme il materiale per il documentario: immagini, interviste e fanzine rari che Squillacciotti è andato a ripescare per dare testimonianza di un periodo importante o quantomeno significativo per la storia dell’underground romano in quegli anni, e anche per lui. Infatti, il regista non è solo romano, ma ha vissuto in prima persona il periodo in questione, che ha accompagnato la sua adolescenza; un film che documenta e testimonia quindi l’apice del successo del genere, ma con quell’animo affezionato e fiero del fan. Perno su cui si leva tutto lo spirito del documentario sono le storie dei protagonisti di quella particolare scena musicale: il regista indaga sulle loro vite adesso, ad anni di distanza. C’è chi ha intrapreso altri percorsi e chi continua a fare musica. Un racconto appassionato di quello che sono le scene musicali, vero e proprio specchio della società che conserva qualche intreccio affettivo.
Sito ufficiale


Torna all'album

Restare in casa is the new uscire, si sa, quindi se questo weekend preferite le panciolle sul divano ma proprio non ce la fate a guardare il festival di Sanremo, ecco alcuni consigli su dei bei documentari da guardare: dal punk alla new wave, dal prog al rap, 10 documentari scelti per voi alla scoperta della musica italiana.

A cura di Alessia Conti

11/02/2016 di Redazione