Le foto, le parole e il Cuore del live di Calcutta al Forum di Assago

Il live di Calcutta al Forum di Assago

Il live di Calcutta al Forum di Assago


Torna all'album

Questo è Calcutta, nella prima delle due date al Forum di Assago. In queste foto vedrai il suo palco, che non è Latina né l'Arena di Verona ma ha lo stesso cuore, e forse un pizzico in più di dimestichezza. Vedrai la band e la chitarra di Colombre prestata al tour. La costruzione dei visual che è qualcosa di nuovo, contemporaneo, fresco e coerente con l'immaginario. La parte visiva non è un accessorio del tour, ma un'ulteriore e importante espressione artistica.

Quello che non si vede è un uso degli arrangiamenti che crea per molti brani un'esperienza diversa rispetto all'album, più coraggiosa a volte, con echi synth wave in pezzi in cui prima c'era un piano anni '70 o momenti in cui da una chitarra acustica si passa a batterie digitali e analogiche insieme, ritmi scomposti, piccole grandi sperimentazioni. Calcutta è passato dall'essere un fenomeno al diventare uno standard, facendo dell'imperfezione una dichiarazione di intenti estremamente consapevole. La cosa più bella è che alla fine, dopo anni a usare parole enormi per parlare di lui, a invitarlo a suonare in Rai e farne il portavoce di una generazione o due di nuovi cantautori, il live non ha il coraggio di fermarsi a qualcosa di familiare, a una dimensione che nonostante la quantità di persone rimane intima, senza fuochi d'artificio perché non ce n'è bisogno. Non serve essere più grandi di quello che si è, meglio investire nell'equilibrio. In questo, Calcutta, sta diventando un fuoriclasse.

21/01/2019 di Redazione