La Tempesta Sotterranea (6-9 Maggio 2015)

Pietro Berselli

Pietro Berselli

Può una Tempesta scatenarsi nei Sotterranei? La risposta è sì e fa un rumore molto bello, perché quando l’aria fuori è satura il sottosuolo si carica di una tensione elettrica. La Tempesta Sotterranea è la storia di quello che succede se si uniscono due realtà con una comune scintillante visione di cosa significhi promuovere la musica indipendente in Italia oggi: da un lato La Tempesta, realtà discografica tra le più consolidate della penisola; dall’altro Sotterranei, collettivo nato nel 2013 dal desiderio di sette band padovane di poter suonare nella propria città, evoluto in meno di due anni ad agenzia booking, ufficio stampa e da poco più di un mese etichetta discografica. Il risultato è un doppio evento che unisce gruppi dai roster di entrambe le realtà in due serate tra il Laboratorio Culturale I’m di Abano Terme e il CSO Pedro di Padova.
L’apertura della prima serata è affidata al cantautore bresciano Pietro Berselli, che in questa occasione presenta il proprio ep d’esordio “Debole (Senza Regole)”. È come l’immersione in un mare mosso di riverberi post-rock, che si ritrae per lasciare spazio a delicate forme di cantautorato per poi sciogliersi in arrabbiate dissonanze, parole di disillusione, qualche rimpianto e un certo disincanto che nella musica sembra trovare un mezzo per la propria elaborazione.


Torna all'album

La Tempesta Sotterranea è la storia di quello che succede se si uniscono due realtà con una comune scintillante visione di cosa significhi promuovere la musica indipendente in Italia oggi: da un lato La Tempesta, realtà discografica tra le più consolidate della penisola; dall’altro Sotterranei, collettivo nato nel 2013 dal desiderio di sette band padovane di poter suonare nella propria città, evoluto in meno di due anni ad agenzia booking, ufficio stampa e da poco più di un mese etichetta discografica. Il risultato è un doppio evento che unisce gruppi dai roster di entrambe le realtà in due serate tra il Laboratorio Culturale I’m di Abano Terme e il CSO Pedro di Padova.

Giulia Callino era lì e ci racconta com'è andata.

Tutte le foto sono di Giulia Callino.

15/05/2015 di La Tempesta Dischi