Un antenato del post-moderno - Poeta, musicista, chansonier,ideatore di spettacoli Dopo un'infanzia meravigliata e stupita, nei suggestivi luoghi montani d' origine (Alto appennino tosco - emiliano), che ancora oggi influenzano la sua ricerca, dà avvio ai suoi primi approcci artistici negli anni '70 attraverso esperienze classiche pop e jazz iscrivendosi e diplomandosi poi in "Corno" al conservatorio di Lucca. Prende parte a vari concerti cameristici e sinfonici nei più diversi teatri, intrattenendosi anche con le correnti Pop di quegli anni (viene infatti contattato dall'allora noto gruppo italiano dei Dedalus). Interessato anche alla dimensione umana e psicologica, si diplomerà poi, in Didattica della musica e Musicoterapia, a Bologna, e in psicosomatica e tecniche di med. complementare a Milano, realizzando un singolare percorso tra musica e conoscenza umana. Si dedica parallelamente, fin dagli inizi, a sue composizioni e ideazioni, soprattutto nel genere della canzone, facendosi notare, già negli anni '80, in diverse Rassegne e Festival per le sue peculiarità. In quel periodo si trova anche ad esibirsi con noti personaggi della canzone italiana tra cui Ricky Gianco, Fiorello, Grignani, per citarne alcuni. Dopo questa prima fase, cercando una dimensione a lui più pertinente ed iniziando a proporre progetti e proprie formule di spettacolo, in genere tra poesia e musica, già dagli anni '80, L'ATER (Ass. Teatri Em-Rom) , lo inserisce infatti nel '94 tra le proposte e scambi internazionali per le sue innovative ideazioni tra musica, poesia e teatro come "L'Arco Terrestre" e "Longitudini di suoni, latitudini di parole" per un progetto con la Fonit Cetra che però poi, per varie ragioni e per la chiusura di questa ultima, venne a vanificarsi, continuerà poi con il suo percorso e l'apprezzamento di molti artisti, fino ad una prima realizzazione dei suoi progetti e pubblicazioni. Ha pubblicato: "L'Arco Terrestre" (Amiata/Edel - 2001) album di canzoni con diversi tra i più significativi jazzisti italiani e con una surreale dedica del regista e poeta A. Jodorowsky "Estati Lontane" (Storie di Note - 2005) con lui ,in questo album, Paolo Fresu, Simone Zanchini, Achille Succi ed il grande chitarrista classico Flavio Cucchi. "Sulla Linea tra gli emisferi" (2001), volume di prose poetiche, che ha valso riconoscimenti in vari "premi letterari internazionali" ed inviti ad importanti Reading e festival letterari. La sua attività di poeta/cantautore, lo ha portato ad esibirsi nei più diversi contesti e città ottenendo riconoscimenti e recensioni su tutti i più importanti quotidiani italiani, riviste specializzate, mensili, radio e tv. E' stato poi ospite in importanti Festival di Poesia come, ad esempio, "Genova 04" capitale europea della cultura, "Poesia Festival 06" (MO), Notturni di versi 09 (Ve), Casa del Booklet Mei 09, etc... Non solo per i suoi componimenti poetici ma per l'intenso ed originale modo di interpretarli come, da moltissimi anni, prima di ogni moda, faceva e continua a fare, in reading o spettacoli da lui ideati. Negli ultimi anni ha tenuto vari Reading e concerti in festival, teatri, librerie, clubs, realizzando, saltuariamente, "progetti live" con illustri personaggi della canzone e della letteratura quali G. Lindo Ferretti (c.s.i.), Max Gazzè, M. Macario, M. Giardini, il prof G. Manzi etc… Alcune reti Rai come Rai News 24, RadioTre, Rai3 Regione, Radio Popolare, etc, gli hanno dedicato alcune interviste in diretta, con immagini dai video delle sue canzoni, con qualche citazione in programmi molto popolari. Ha ideato e dirige la nota rassegna internazionale di musica e generi giunta alla XI edizione, "Le Vie del Suono", sull'alto Appennino modenese, che ha ospitato i più illustri jazz-man internazionali e musicisti in ogni genere oltre a scrittori e poeti. Ha realizzato il Centro "Gaia Sofia" per lo sviluppo e la creatività umana sull'Alto appennino Tosco-Emiliano, dove vive.