Compositore visivo

Artista visivo e compositore sperimentale, si laurea in Accademia di belle Arti di Perugia e ne consegue una seconda in Industrial Design. Attraverso la realizzazione di software dedicati, Ciogli apre con le sue opere nuovi confini elaborativi e percettivi: la sua arte crea nuovi linguaggi attraverso la combinazione inusuale dei sensi. Le sue installazioni vedono pitture e disegni colorarsi attraverso il suono ambientale o attraverso le note del movimento del corpo. Questo il centro del suo lavoro a cui si aggiunge lo sviluppo di nuove metodologie per l’insegnamento della musica. MusìCroma è infatti il primo metodo di musica a colori d’immagine realizzato dall’artista applicando il suo linguaggio all’interno dell’Istituto statale sordi di Roma dove persone sorde e normodotate si esprimono e comunicano attraverso questa innovazione divenuta nel 2013 un brevetto ministeriale. CIOGLI attualmente, dopo le sue numerose esposizioni sia nazionali che internazionali, realizza progetti Museali che uniscono il linguaggio artistico alla funzione didattica, completando le sue installazioni interattive con il metodo didattico come introduzione e sviluppo di laboratori all’interno dell’opera stessa. Ne sono un esempio le installazioni realizzate presso il Museo di Palazzo Collicola in Spoleto e al Museo Mart di Trento e Rovereto.