Gianluca Rovelli, cantautore

Gianluca Rovelli nasce a Palermo e vive la prima parte della vita per mare, in giro per i porti più importanti del Mediterraneo con il padre, all'epoca impiegato nelle navi. La passione per la musica germoglia in lui fin dalla tenera età, periodo della vita nel quale si innamora della musica di Lou Reed. Proprio l'amore per la figura del cantautore americano lo porta a documentarsi e studiare più a fondo la sua musica, abbracciando scrittori e personaggi che ne ruotano attorno. Inizia a studiare la chitarra come autodidatta all'età di 13 anni, approfondendo lo studio della chitarra classica dai 17 anni con un maestro di Chiavari. Sbarcato in Sardegna, approfondisce lo studio della musica e inizia a suonare cover con formazioni locali (su tutte la band Lettera 22). L'incontro con Massimo Satta e con il cantautore Flavio Secchi risultano decisivi nella sua decisione di impugnare la matita imbracciando una chitarra per iniziare finalmente a liberare il proprio mondo interiore, traducendolo in musica. E' del 2016 il suo primo disco omonimo. Ogni sua canzone è sempre ispirata da fatti reali, autobiografici o accaduti a qualcuno. E' del dicembre 2017 il suo secondo disco da solista, l'album "Percezioni" registrato nei Metropolitan Studios di Monserrato con la produzione artistica di Massimo Satta.