Canzoni della Penombra (2009), Primavera Autunno Inverno (2011)

-Un quartetto essenziale votato ad una pratica stradaiola della musica. VALERIO CORZANI, MASSI AMADORI, ALESSANDRO CASETTI, ALESSANDRO CIUFFETTI, apparecchiano un tornito pacchetto di brani originali alcuni dei quali (“Le parole di un Bolero”, “Ramirez Macaluso”, “Josephine e altre bionde”, “Oops!”, "L'Olandese volante", "Vedo non vedo") sono stati già adottati da programmi radiofonici come “Caterpillar”, “Patchanka”, “Radioline”, “Il ciclista”. Nel 2009 sono stati ospiti del Premio Tenco. Canzoni popolate da personaggi che hanno spesso la luna storta e il cuore infranto e che trovano in un piccolo scrigno di note la valvola di sfogo privilegiata. Musica inebriante che stantuffa i suoi groove facendo appello a una curiosità musicale a 360 gradi.
Un progetto così, pilotato dalla verve compositiva di Valerio Corzani e Massimiliano Amadori, non poteva che trovare una selezionata accolita di ospiti sintonizzati e complici: Gli Ex hanno infatti già suonato e registrato con H.E.R., Andrea Costa dei Quintorigo, Luca Morino e Tatè Nsongan dei Mau Mau, Jamal Oussini, Gianni Perinelli, la Banda Olifante, Erica Scherl, Daniele Maggioli, Jandù Detti. Il tutto manovrando voci e megafoni, batteria e ammennicoli vari, chitarre elettriche sulfuree, bassi gonfi come nuvole di pioggia e sitar box.
Un orizzonte sonoro arrangiato seguendo sempre e comunque un unico imperativo categorico: far battere il piede, schioccare le dita e scodinzolare il cuore.