Il gruppo più a cul turato della musica italiana

Gli Sventrapapere nascono in una gelida notte d’inverno del dicembre del 2010 dal progetto di due degli attuali membri del gruppo che andava sotto il nome di: «Fratelli Parokatsov». Carmelo Bridgestone, Vassilij Briscola Gerundio, Fernando Buonapparte, Eros Niccolò Tommaso Chista e Manlio Mitili scrivono il loro primo pezzo a dieci mani a casa di Bridgestone, che usava friggere patatine fritte alle tre del mattino e apporre biglietti con la scritta «Mao Tse-tung» sulla fronte di sprovveduti nepalesi. Da allora, gli Sventrapapere hanno registrato numerosi brani per i greci, per il Darfur e la Somalia in condizioni spesso precarie, traballanti come la volontà di una donna (della cui instabilità si può trovare la causa scatenante in Schopenhauer: «La natura ha destinato le giovinette a quello che, in termini teatrali, si chiama “colpo di scena”: infatti, per pochi anni la natura ha donato loro rigogliosa bellezza, fascino e pienezza di forme, a spese di tutto il resto della loro vita, affinché, cioè, siano capaci di impadronirsi durante quegli anni della fantasia di un uomo in misura tale, che egli si lasci indurre a prendersi onestamente una di loro per tutta la vita, in una forma qualsiasi, passo al quale la mera riflessione razionale non sembrerebbe aver dato nessuna sicura garanzia di invogliare l’uomo», Parerga e Paralipomena), ma sempre nel segno di un afflato mai affievolitosi ed anzi rinforzatosi con lo scorrere del tempo. D’altra parte, come ricordava il noto pensatore Erachisto da Recife, «panta gay». Nonostante il destino li abbia poi separati e collocati in punti diversi della galassia, per il tramite dell’armonia universale generata dalla bellezza del frontman Carmelo Bridgestone – figlio di un venditore di tozzabancone, di cui ha ereditato la professione – tutti i membri sono rimasti in contatto telecinetico con Jessica Fletcher. Hanno continuato a comporre, a suonare maledettamente male – e senza click, che avversano per ragioni meta e patafisiche (nel senso di fisica della patana) – ogni strumento che capitasse loro a tiro per la gioia dei pochi gnomi col pesce gigante della Nuova Caledonia, nella speranza di prendere un giorno il posto di Karembeu nel cuore di Adriana Sklenaříková. Ma nonostante tutto questo, nonostante Poliziano abbia detto di loro: «Sono inascoltabili», e mentre Carl Weathers soggiungeva: «Adriana non è il vero amore di Rocky; tutti sapevano che se la faceva con Paulie», e pur stante che Penelope uno dei proci deve esserselo chiavato, recando così odusiacamente molti patimenti al suo eroe – Penelope è il vero mostro di Ulisse –, i nostri eroi hanno infine preso la decisione di rivelarsi al mondo come quel giorno, ormai sempre troppo lontano, fecero le tartarughe ninja. Del resto, si sa, dai Gabbiadini non nasce niente, ma dalle fogne viene sempre su roba buona.
Il tempo è tirannosauro, e Billy Pilgrim dice sempre: «Così va la vita».

N.B. D'uopo, è assolutamente d'uopo specificare che vorremmo che non ne usciate risentite, qualora doveste identificarvi con uno dei personaggi della poetica e del bestiario sventrapaperesco. Riteniamo, difatti, che, quantunque i nostri personaggi possano essere stati creati nel riferimento ad entità effettivamente esistenti, essi pur tuttavia se ne distacchino ed acquistino, nell'ambito dell'autentico sorgere della forma artistica, per quanto demente, una piena ed effettiva autonomia. Insomma, cercate di uscire dal regime aletico dell'adaequatio. Un saluto infine alle mamme vostre.

[scarica Buone cose gratuitamente : http://tinyurl.com/l3bhypu ]

[scarica Best Loff gratuitamente: http://tinyurl.com/b7y47c9 ]