Not your ordinary kind of Guidos.

2009

Stanco di suonare bicordi dal sapore metal, Guido Adragna, chitarrista della crossover band bolognese Incomik, inizia a scrivere nuove canzoni. Avendo ben chiare le idee sulle sonorità da dare al nuovo progetto musicale, Guido contatta due vecchi amici: Matteo Cincopan, cantante e chitarrista nel trio beat dell’etichetta Misty Lane, i Poets, e Stefano Menghini, bassista new wave già con Weimar e Reso.Nonostante la prolungata mancanza di un batterista i tre iniziano a fare musica sotto le due torri e sotto lo pseudonimo di Guidos. Autoproducono il loro primo disco omonimo, presentato in versione semiacustica alla Libreria Il Portico di Bologna, durante un concerto/installazione in collaborazione con l’attore/regista Lorenzo Cimmino e col fumettista Pietro Scarnera, autore anche di due testi e della copertina del disco.

2010

I Guidos diventano ufficialmente un quartetto con l’ingresso di Gaia Cesari, batterista del gruppo rock’n’roll Little G & the Colour Frame Band. La band si chiude in sala prove per riarrangiare il vecchio materiale e comporne di nuovo, con una prova speciale trasmessa dagli studi di Radio Kairos durante la trasmissione “Ignoranza Radiofonica”.

2011

Esce Avocado, il secondo disco della band, con il bellissimo artwork di Pietro Scarnera. La band presenta il disco dal vivo al Millenium di Bologna in collaborazione con Radio Città Fujico, partecipa alla compilation digitale del Mei per lo record store days 2011 e alla trasmissione “La notte degli indipendenti” su Isoradio. A settembre il gruppo vince il contest Energie 2011 organizzato dal comune di Zola Predosa (Bologna).

2012

Rallentamenti per curiosi è il titolo del terzo lavoro della band: un ep con quattro canzoni, ognuna composta da un membro del gruppo ed una ministoria a fumetti dell’ormai quinto Guidos Pietro Scarnea. I Guidos attualmente cercano collaborazione con chi sia interessato ad ascoltare, trasmettere, produrre o distribuire la loro musica e a farli suonare dal vivo.