2009 - il nuovo album: "TOWARDS WHICH FUTURE" - Vacation House Records - distribuzione GoodFellas Finalmente il primo album full-lenght degli Haulin'ass: Towards Which Future, un concept-album di hardcore non convenzionale e immune alle tradizionali classificazioni di genere, che si snoda in tre capitoli per dodici canzoni. Un omaggio al tempo. Dopo dieci anni di attività, EPs, compilation internazionali e concerti anche al fianco di band come Strung Out e Born From Pain, finalmente il segno indelebile di un progetto compiuto, discepolo di nessuno. Un suono ricercato e inusuale, che guarda all'hardcore nu-school come al rock'n'roll, al metal e al crossover: un messaggio nuovo e consapevole, molesto e contaminato, che nasce spontaneamente dal sistematico rifiuto di qualunque limite. Bio Gli Haulin'ass nascono nel 1999 a Piacenza. Suonano punk e hardcore melodico. Nel 2001 incidono il primo demo omonimo, sei brani, venduto in cinquecento copie. Nella seconda metà del 2003 cambia la formazione della band: il batterista lascia il gruppo e il suo posto viene occupato dalla prima chitarra Piè che si dedica, da allora, alla sezione ritmica. Al suo posto, come prima chitarra, subentra Gio (ex Evelines). A questa novità corrisponde un periodo di assestamento e di scrittura di nuovi brani che evidenziano un cambio di rotta stilistico: i pezzi si fanno tesi e veloci, la strada è quella dell'hardcore melodico, contaminato dalla rabbia e dell'attitudine della vecchia scuola. La nuova formazione incide, come autoproduzione, "Get some stress" (2004), che ottiene ottime recensioni e risposta di pubblico. Si allacciano buoni rapporti di collaborazione con l'intera scena alternativa, e la band si esibisce in parecchie piazze del Nord Italia. Con l'etichetta Indie Box, gli Haulin'Ass partecipano per tre volte consecutive alle compilation internazionali realizzate dalla label, a fianco di band headliner come A Whilelm Scream, Tsol, Casualties, Rufio e altri. In dieci anni gli Haulin'ass hanno collezionato ormai 250 esibizioni live. Già dagli esordi la band ha avuto un ottimo rapporto con il palco: è la dimensione che più valorizza l'attitudine e la sfrontatezza che negli anni è diventata il marchio di fabbrica delle performance. Gli Haulin'Ass hanno condiviso il palco con Strung Out, Born From Pain, Hormonauts, Modena City Ramblers, Peter Punk, Crummy Stuff, De Crew, To Kill, L'invasione degli omini verdi, Skruingers, Stinking Polecats, Nettezza Umana e The Mannix. Oggi, dopo un percorso tanto longevo e produttivo quanto "anarchico", hanno appena raggiunto il traguardo del primo full-lenght ufficiale Towards Which Future: un concept album composto da tre capitoli e dodici brani. Registrato e mixato nella primavera 2008 all'Elfo Studio di Alberto Callegari (Tavernago, Piacenza) da Carlo Izzo, masterizzato all'Oasis Mastering Studio (S.Barbara - USA) da Gene Grimaldi, prodotto dalla storica etichetta indie/alternative/hardcore italiana Vacation House, distribuito da GoodFellas ed edito da Le Parc Music. La band è aperta ad altre opportunità di collaborazione: in particolare è alla ricerca di realtà che collaborino e la supportino nel booking e nella promozione. Mentre si avvia una stagione di concerti e promozione dell'album, gli Haulin continuano a lavorare ai nuovi brani, preludio al futuro album previsto entro il 2011, e a proporsi dal vivo con regolarità nel panorama alternativo italiano.