Reggae'n'Roll

“Ascoltare un nuovo lavoro della Hierbamala non è mai cosa facile, semplicemente per il quantitativo di emozioni visionarie e viscerali che attraversano testa e pancia.”
Ebbene, quelli che si aspettavano un'evoluzione di “Magia” rimarranno sorpresi da un album che è una sorta di ritorno alle origini, af-fondando le proprie radici nel Reggae più autentico senza per questo suonare anacronistico.
“Hic Sunt Leones” (titolo del nuovo disco) è un lavoro maturo, dalla forte identità, frutto di una lunga esperienza live e delle molteplici influenze portate dai vari componenti della band, rinnovatasi nel Luglio 2011 dopo 13 anni di attività. Influenze che si possono riscontra-re nelle tastiere di Hierba Alecs (Alessandro Turconi), ondeggianti tra il predominante Bubble e sfumature contemporanee, o negli inca-stri ritmici della ora sinuosa ora pungente Stratocaster di Hierba Teo (Matteo Panarese). Cuore pulsante della Hierba è sempre la straordinaria sezione ritmica, con la batteria di Hierba Alba (Fabrizio Albanese), le scoppiettanti percussioni di Hierba Levi Papa Tambo (Alessandro Tamborini) e il fascinoso basso di Hierba Feibb (Fabio Formenti). A completare il tutto l’entusiasmante sezione fiati di Bia-gione, Matt Price e Federico Pessina.
Ma il vero valore aggiunto del gruppo sono le immagini che scaturiscono dalle parole di Hierba Pindi (Carlo Sandrin), leader e poeta della Hierba, che con il suo magnetismo vocale e i suoi racconti di strada ipnotizza e fa sognare anche i meno avvezzi al genere musicale.
Questo è il disco della maturità della Hierba, il disco che consacra i loro 15 anni di attività sui palchi italiani. Partiti nel 1998 da un’idea di Pindi, passando per importanti traguardi come la pubblicazione di due album (“Ora d’aria a Babylon” e “Magia”), sono arrivati al successo con il singolo “Vendi Fumo” (http://www.youtube.com/watch?v=nF7Q1jAuri4) e la partecipazione al più importante festival reggae europeo, il Rototom Sunsplash: oggi la storia continua con “Hic Sunt Leones”.
E proprio come dice il titolo dell’album, “qui ci sono i Leoni”… Ora non vi resta che vederli dal vivo, questi Leoni, e portarvi a casa un pezzo di loro….