MUSICA TERAPEUTICA DI FACILE ASCOLTO.

HORJE DELIRIO, al secolo Mauro Carzedda, “punkautore” classe 1988, sopravvive, studiacchia e si annoia da sette anni a Cagliari, la sua città d'adozione.
Ha militato in diversi gruppi punk più o meno (s)conosciuti per diversi anni, coltivando in segreto la passione per il cantautorato italiano, con sommo disprezzo da parte delle frange intransigenti della scena punk locale.
Ad Agosto 2013, prende un aereo e va a Ferrara per registrare il suo primo EP da solista.
Non avendo una band si avvale della collaborazione di alcuni amici musicisti del posto e con un budget astronomico di 150 euro (iva inclusa), in 26 ore registra e mixa sei tracce dirette, minimali e avulse a qualsiasi tipo di virtuosismo, limitandosi a seguire il flusso di sensazioni/emozioni musicali e non, in maniera più onesta possibile.
I temi proposti nelle canzoni sono di matrice autobiografica e intimista e il progetto in se non ha alcuna pretesa commerciale.
E' solo una valvola di sfogo personale che a volte (band, palco e backline permettendo) può trasformarsi in una terapia di gruppo allargata.
Un modo per ricordarsi che "A vent'anni si è stupidi davvero, quante balle si hanno in testa a quell'età."