Disco del giorno
album EOS - JennyPennyFull
Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Eos è il primo disco dei Jenny Penny Full, una band indipendente molto
attiva a Verona e dintorni dall'autunno 2013.

Il disco è stato registrato e prodotto da Vaggimal Records in collaborazione con i
C+C=Maxigross, una delle band emergenti più di spicco nel panorama italiano.

L’album contiene entrambe le anime dei Jenny Penny Full, quella più acustica (Pocket Full Of Stones e Of Oceans and Mountains) che ha caratterizzato il sound della band nei primi mesi di vita e quella più Trip-Hop/Post Rock (Far Continents, Solar, Liquefy e Supernova) .
Il disco è stato scritto a seguito di un lungo periodo di ricerca per individuare quale potesse essere il concept del lavoro, senza imposizioni e soprattutto senza la necessità di prevedere eccessivi paletti stilistici. La sperimentazione, l’improvvisazione libera hanno fatto da sfondo a tutto il lavoro di gestazione. Durante questa fase la band ha raccolto brani di artisti internazionali, studiandone gli arrangiamenti, analizzandone la struttura e la costruzione dei suoni.

Eos rappresenta l’unione intima e profonda delle personalità di tutti e quattro i musicisti che hanno contribuito alla sua realizzazione e che, attraverso di esso, vogliono comunicare un concetto semplice ma che sta alla base di tutto il lavoro: la spazialità.
Questa è la parola che il gruppo ha abbracciato in tutti i suoi molteplici significati, adottandola come modus operandi nella strutturazione dei brani e, così facendo, privilegiando i momenti di pausa e i silenzi all’interno delle canzoni facendone un tratto distintivo, creando atmosfere, linee vocali e arrangiamenti che a tratti suscitano immagini associabili all’universo extraterrestre e trasmettendo con il proprio sound sensazioni, emozioni e stati d’animo che immergono l’ascoltatore all’interno dello spazio vitale della band, padroneggiato da linee vocali oniriche ed un assetto elettronico che conduce il pubblico in una dimensione quieta, irreale e lontana dalla frenesia palpabile della realtà quotidiana.

Eos nasce per essere evasione dal caos, è una carezza che sopisce animi in tumulto ed è voce e suono che ha l’intento di creare spazio tra i pensieri, a prescindere dalla loro natura.

Credits

Giulia Vallisari - voice
Luigi Noce - guitar
Stefano Lanza - bass
Giovanni Franceschini - drums

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati