Genere alternativo tra il rock ed il funk in cui non sono infrequenti deviazioni musicali che vanno verso timbri più elettronici e hard.

"i Crasti" sono Davide Fortunato (chitarra e voce) , Matteo Haenen (tastiere, sax, voci), Stefano Parolo (chitarra), Emanuele Rusconi (basso) e Giacomo Pini (batteria e percussioni). La loro storia ha inizio nel 2010 a Sondrio in Valtellina, quando i Musica Aziendale, rock band di cui fanno parte Matteo, Stefano e Giacomo, si dedicano alla registrazione di “Defendemos L’Azienda”, lavoro rimasto isolato nella loro discografia ma che avrebbe concesso agli stessi l'occasione di lavorare con il fonico Emanuele Rusconi, musicista (bassista) anche lui con con esperienze musicali all'attivo (Fetish Panda ed Arabidopsis).
Finita l'esperienza dei Musica Aziendale, i tre valtellinesi decidono comunque di proseguire nella musica questa volta nel tentativo di coinvolgere Emanuele in un progetto alternativo. L'idea prende vita non ben delineata nel genere, si suona sempre insieme, si prova a raccogliere tutte le occasioni di ispirazione: è così che si va delineando il loro stile, un rock funk diversamente influenzato dove si odono sonorità elettroniche, cambi di registro, qualche tempo dispari e il suono del sax. Dopo quasi un anno dall'inizio del loro percorso (2011), i quattro giungono all'incontro con Davide, cantante di tradizione ed origini lontane.
Al gennaio 2013 risalgono i primi live, nei pub valtellinesi o nei locali universitari milanesi. La prima soddisfazione arriva con la quarta posizione e molti applausi al concorso musicale per band emergenti del Politecnico di Milano, “Polisuona 2013”. Nel gennaio 2015 i Crasti si aggiudicano la vittoria della prima edizione del “Baraldo Contest” a Berbenno (Valtellina), risultato che permette ai ragazzi di lavorare attivamente alla loro opera prima. Sono 7 brani, è il loro stile, auguri a tutti per l'ascolto. Tac!