Così nacque ILLUSIALCIELO da un bisogno d'indipendenza.

Cosa è “ILLUSIALCIELO”?
La "reazione chimica" nasce da due elementi:
Francesco Galli (voce) e Nicola Donati, (basso, voce) intendono mescolare un indie rock elettronico alla Mgmt, AltJ, Kasabian, Bluvertigo, CCCP, Subsonica, Baustelle ad un cantautorato italiano come Deandrè, Giorgio Gaber, Rino Gaetano. Questo funziona grazie all'ingresso nel gruppo di iacopo cortopassi e i suoi scintillanti e freschissimi sinth, che donano novità al tutto.
I Testi sono molto diretti e forti amalgamati ad una composizione e sonorità fresca e giocosa, e solo apparentemente “poprock”.
La formula così è esplosiva, ed a questo mix si uniscono Michele Ciaffaraffà alla chitarra, e Domenico Deniso alla batteria che aggiunge rispettivamente una chitarra "rumorista" ed una batteria granitica, e in breve tempo cominciano a venire alla luce i primi quattro brani inediti, che ti si ficcano per giorni in testa appena le ascolti!
Anche l’immagine del gruppo illusialcielo comincia a formarsi; l’intenzione del gioco, l’illusione infantile tipica dei bambini si scontra con un contenuto duro, sociale e fortissimo.
Ed è come un pugno nello stomaco: una dicotomia che si rende palpabile grazie alla copertina dell’EP "in sospeso" con le foto di Beatrice Mancini e la grafica di Nicola Donati.
Nella copertina gli oggetti e i giocattoli sono in sospeso in uno spazio indefinito, come ad identificare la "sospensione" del nostro tempo, in bilico tra illusione e “l’aggrapparsi a feticci infantili” da idolatrare per sopravvivere ad una realtà cinica, ipocrita e disillusa.
Gli illusialcielo decidono di registrare il loro primo l’EP presso lo studio di registrazione Hard Rec Production; poco dopo si è svolto il primo live il 4 luglio alla mostra internazionale “I’am not superstitious” dove hanno vinto il concorso 2014 come miglior band e migliori brani originali.
Programmi per il futuro?
Un video che si preannuncia già molto “originale”, live e moltissime idee in pentola!
Stay tuned!