Il Nucleo - La quiete dopo la tempesta testo lyric

TESTO

Vanità economica, priorità e superbia,
ho lasciato scendere sugli affetti polvere.
Mi sono vestito al mercato delle identità,
oggi indosso splendide verità distorte.
Aaaaah... In fondo, vedi, è così semplice,
Aaaaah... balliamo insieme in mezzo al disordine,
Aaaaah... viviamo una vertigine.
Aaaaah...
La quiete vien dopo la tempesta,
è il mare che poi riacquista forma,
la mia imbarcazione al largo,
la mia imbarcazione al largo.
Come mi è successo già, la mia ansia aumenta,
proverò a scommettere, niente più da perdere.
Lucido nella misura di quel tanto che mi basta,
non ho più pallottole per sparare a salve.
Aaaaah... In fondo, vedi, è così semplice,
Aaaaah... balliamo insieme in mezzo al disordine,
Aaaaah... viviamo una vertigine.
Aaaaah...
La quiete vien dopo la tempesta,
è il mare che poi riacquista forma,
la mia imbarcazione al largo,
la lucidità che poi ritorna,
la lucidità che poi ritorna,
la lucidità che poi ritorna.
Immagina un'isola deserta,
un uomo disteso sulla spiaggia,
il sale che brucia sulla faccia,
disegna il suo mondo nella sabbia... nella sabbia.
Aaaaah... La quiete vien dopo la tempesta.

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano La quiete dopo la tempesta di Il Nucleo:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone La quiete dopo la tempesta si trova nell'album Essere romantico uscito nel 2004 per Sony BMG.

Copertina dell'album Essere romantico, di Il Nucleo
Copertina dell'album Essere romantico, di Il Nucleo

---
L'articolo Il Nucleo - La quiete dopo la tempesta testo lyric di Il Nucleo è apparso su Rockit.it il 2005-05-31 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia