IL RUMORE DELLA TREGUA nasce in un box di provincia a nord di Milano, nel gennaio del 2011.
Inizialmente si esibisce in trio e, con questa formazione, comincia a girare in alcuni dei più importanti locali di Milano e hinterland (Carroponte, Agorà, Tambourine, Le Scimmie, Magnolia, Ohibò...), fino alla realizzazione di una Autarchica demo, registrata nella cantina di Jack. A partire dal febbraio 2012 la band inserisce nel proprio organico fiati e basso. Con questa nuova formazione comincia a produrre nuovi brani e a macinare date. A novembre esce il loro primo EP, “La guarigione” che raccoglie ottime recensioni su tutte le più importanti webzine musicali (Rockit, Indie Roccia, Son of Marketing, Shiver Webzine...) e viene presentato in una trentina di date, anche in apertura ad alcuni dei più importanti nomi della scena indipendente italiana (Paolo Benvegnù, Cesare Basile, Edda, A Toys Orchestra...). Nel luglio 2014 la band si chiude nuovamente in studio per realizzare il suo primo album, “Una trincea nel mare”, registrato e mixato sempre da Simone Sproccati a Purania Studio e masterizzato da Maurizio Giannotti. Il disco, uscito il 31 marzo 2015, ha raccolto ottime recensioni su tutte le principali riviste e webzine italiane, ottenendo una candidatura al Premio Tenco come Miglior Opera Prima e diventando Scelta Italiana di Giugno su Rumore. Un anno dopo la band pubblica un nuovo EP intitolato "Radici" e contenente una rivisitazione in italiano di un brano dei Noir Dèsir ("À

l'envers à l'endroit") e una cover in salsa alt-country della "Ballata degli impiccati" di Fabrizio De Andrè.
Nel gennaio 2019 è prevista l’uscita del nuovo album “Canzoni di festa”, realizzato anche grazie al successo della campagna Musicraiser: dieci tracce prodotte da Giuliano Dottori (Amor Fou) e mixate da Antonio Cooper Cupertino (Verdena, Vinicio Capossela, Patti Smith e Calibro 35 tra gli altri).