Rock band alessandrina formata nel 1997, torna dopo 10 anni dallo scioglimento e a 15 dalla prima pubblicazione, con un nuovo album!

Nel 1997 Marcello Chiaraluce (chitarrista) e Davide Favargiotti (tastierista) decidono di formare una band progressive-metal nello stile dei Dream Theater.
Ingaggiano Paolo Bernardotti (voce), Giorgio Bo (basso) e Pippo Burizzi (batteria).
A quest'ultimo va l'idea del nome della band "Interra Straniera" da intendere come qualcuno che non si sente legato alla propria terra in quanto a scelte e gusti musicali.
Burizzi indizzerà la band verso il progressive anni '70, in quanto grande appassionato dei Genesis.

Nel 1998 reclutano il chitarrista, cantante e flautista Sergio Cerruti, fan dei Jethro Tull, che farà in modo che la band venga ingaggiata per la Convention Nazionale dei ITullians, fanclub italiano dei Jethro Tull, alla quale parteciparono anche Clive Bunker, Glenn Cornick e Jonathan Noyce.

Nel 2000 Giorgio Bo e Pippo Burizzi abbandonano la band e vengono ingaggiati Enrico Runinelli (basso) e Emiliano Bisoglio (batteria).

Con questa formazione più stabile gli Interra Straniera virano verso un rock più strutturato e commerciale ed iniziano a scrivere brani originali.

Nel 2001 partecipano e vincono il primo premio al concorso Emergenze Sonore, indetto dall'etichetta indipendente Samigo in collaborazione con Radio Monferrato.
Samigo decide di produrre "Per Stupirti un po'", il primo album degli Interra Straniera, che otterrà buoni riscontri e un discreto successo radiofonico.

Nel 2002, conseguentemente all'ondata delle boyband italiane, la Samigo decide di rendere ancora più commerciale il prodotto Interra Straniera, portandoli alle Officine Meccaniche ad incidere "Ho bisogno di Superman", scritta e prodotta dal cantautore Igor Nogarotto. Nonostante l'interesse del pubblico più giovane, gli Interra Straniera non furono mai a proprio agio con questo progetto e dopo un anno di promozione lungo la penisola recisero il contratto con la Samigo per divergenze artistiche.

Nel 2004 uscì il singolo "Sono in svendita", distribuito da Bit Records ed ebbe un buon riscontro da parte dei fans della band, ma era il colpo di coda di una band stanca e disillusa.

Nel 2006 decisero di comune accordo di non proseguire l'avventura insieme.

Nel 2013 avvenne la prima reunion alla quale non parteciparono ne Sergio Cerruti, ormai disaffezionato al progetto, ne il fondatore Davide Favargiotti, trasferitosi per lavoro a Roma.

Durante le prove nacquero spontaneamente nuovi brani e gli Interra Straniera decisero di investire entusiasmo ed energia per un nuovo album. Purtroppo gli impegni di lavoro non permisero a Paolo Bernardotti di proseguire e venne così sostituito da Davide Spalla, performer straordinario dalla voce potente e ben impostata.

Entrarono così in studio per la realizzazione del nuovo album "Una crisi borghese" in uscita agosto 2016.

L'album contiene 9 tracce che raccontano con occhio talvolta ironico, talvolta malinconico i paradossi della società moderna. Laddove i bisogni primari sono soddisfatti, la crisi colpisce l'identità personale, il senso di completezza e ti appartenenza.

Nel 2016 Emiliano Bisoglio ha abbandonato la band ed è stato sostituito da Claudio Cavalli.

La line-up attuale è formata da:
Davide Spalla: voce
Marcello Chiaraluce: chitarra
Enrico Rubinelli: basso
Claudio Cavalli: batteria