Meganoidi - Arezzo Wave 2002, 03-07-2002 Intervista

28/07/2002 di Simona Cortona

E’ ufficiale! I Meganoidi sono il gruppo emergente uscito con più vigore dall’underground italiano nel 2001. Non potevo non intervistarli di nuovo!!

Grazie BB della tua disponibilità.

Alla prossima.



Rockit: I Meganoidi, un gruppo che ha venduto 35mila copie con “Into the darkness into the moda”. Raccontami la storia di un successo.

BBAia…. Domanda difficile… ehm… è nato tutto per caso. Ci siamo incontrati un giorno e abbiamo deciso di fare sul serio. Ci siamo prodotti un disco e un video Meganoidi, pagandolo con i nostri stipendi. Il resto è stata tutta una conseguenza. Ogni giorno c’era sempre una notizia più bella. Adesso siamo arrivati a 39 mila copie vendute, l’ho scoperto oggi…

Rockit: Quindi per dirla all’inglese il “do it yourself” funziona ancora?
BB Non potrei dire di no visto che noi abbiamo fatto tutto da soli.

Rockit: E con Mtv?

BB Ha funzionato lo stesso… E’ un po’ un caso assoluto in Italia che un gruppo indipendente, autofinanziato, portasse un video a Mtv e loro lo mandassero in rotazione. Si, funziona, magari una volta su mille.

Rockit: Se ci fosse ancora qualcuno che non vi conoscesse e leggesse solo: “Meganoidi, i nemici dell’uomo e della terra rimarebbe un po’ incuriosito, spaventato…
BBI Meganoidi nemici dell’uomo e della terra sono quelli veri, anzi quelli finti, siamo noi quelli veri. Nel nostro disco c’è un traccia all’inizio della canzone che recita: “ Meganoidi i nemici dell’uomo e della terra, no papà non lo diventerò mai…”. Ma no, non siamo i nemici dell’uomo, siamo bravi ragazzi…. magari nemici dei vigili.

Rockit: Eh….. chissà quante multe avete pagato per fare un pezzo come Supereroi contro la Municipale?

BBIl pezzo è nato nel 98 ed era un po’ diverso, più hardcore, più pesante, meno ascoltabile. L’abbiamo fatto perché i vigili di Genova sono i peggiori d’Italia e visto chi ci siamo ritrovati i cassetti dei nostri armadi, delle scrivanie, pieni di multe, posso dire che è nata, certo, dal cuore. Comunque continuano ad arrivarci multe a raffica….. Siamo pieni di multe. Io ne ho ancora due ma non le pagherò e farò come mi dissi tu la volta scorsa… Ha funzionato, sai e per ben due multe!

Rockit: Te lo ricordi è….

BB Vi svelo il trucco: se la multa non si paga subito e aspetti che ti arrivi a casa il verbale è probabile che questo ci impieghi più di cinque mesi. Se accade questo i tempi di pagamento sono scaduti e la multa non è più valida. A me ha funzionato per due multe poi però ne ho presa una salatissima e credo di aver compensato le altre due…

Rockit: Riassumendo i vostri lavori discografici: nel 1998 Supereroi contro la Municipale, nel 2000 In to the darkness into the moda, 2001 la New Editions. Il 2003?

BB A gennaio del 2003 uscirà il disco nuovo mentre a settembre ci fermiamo definitivamente e ci dedicheremo alla cura del disco. Sarà un bel lavoro…

Rockit:Avete suonato ad Imola al Heineken Jammin’ Festival. 70 mila persone. Che sensazione hai provato sul palco?

BB Me la sono fatta addosso… Anche se non abbiamo avuto neanche il tempo di avere paura perché siamo arrivati in ritardassimo. Avevamo trovato una coda esagerata in autostrada e siamo arrivati a pelo. Appena il tempo di cambiarci e ci hanno sbattuto sul palco senza neanche il tempo di ragionare. Dovevamo suonare, dovevamo suonare bene, dovevi divertirti e far divertire. E’ andata benissimo, ho visto mani alzate dall’inizio alla fine. Il più bel concerto che abbia mai fatto.

Rockit:E oggi siete qui ad Arezzo Wave. Cosa ti aspetti da questo Love Festival?

BB: Devo dire la verità? Mi aspettavo un palco più grosso. Siamo arrivati e mi sono trovato un palco piccolissimo. Mi hanno detto: “Hei! Vai ad Arezzo Wave….!!! Un posto della madonna…”. Io c’ero stato un paio d’anni fa quando suonarono i Molotov nel palco centrale e ho visto l’Arezzo Wave quello enorme… Mi avevano detto che avremmo suonato in un palco più piccolo…. Però me l’aspettavo meno piccolo…
Rockit:Ma qui c’è il verde, le rocce, lo Psycho è un piccolo polmone verde nella città, un luogo singolare.

BB Va benissimo…. E poi vedo che c’è gente che gira, che è curiosa…

Rockit: Il 20 luglio è l’anniversario della morte di Carlo Giuliani. Voi eravate a Genova un anno fa con Manu Chao.

BB Si… già…. Il 20 è l’anniversario… In questo momento a Genova nelle sale stanno girando dei film. Sono andato a vedere Carlo Giuliani ragazzo che mi ha lasciato di sasso. Si vedono cose che non si erano viste prima… Oppure non si è mai volute vederle. A Genova i giorni scorsi hanno proiettato Bella Ciao, un documentario sul G8 e il 20 si suona, si fa un corteo e vedremo di ricordare Carlo nel migliore dei modi. Come abbiamo fatto ai sei mesi….spero che molti italiani se lo ricordino…

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente