La Sintesi - Catania - Tora! Tora! festival, 06-07-2002 Intervista

12/07/2002 di Roberta Accettulli

L'intervista coi La Sintesi avviene subito dopo la loro cena nel backstage del Tora! Tora! Festival di Catania, dopo la loro esibizione sul palco di piazza Dante. Davanti a me ci sono Giuse e Michelino Sabella, ovvero la sezione ritmica della band.

Ecco la nostra breve chiacchierata.

Dal Tora! Tora! Festival:

Il cast

I concerti:
Catania
Padova
Pontassieve
Nizza Monferrato

Le scalette:
Catania
Padova
Pontassieve
Nizza Monferrato

Le interviste:
24 Grana
La Sintesi
Modena City Ramblers
Breakfast
Micevice
Delta V
Max Gazzè
Marco Parente



Rockit: Siamo con i La Sintesi a Catania per il Tora! Tora! Festival. Una situazione molto calda e particolare. Che ne pensate dell'atmosfera che si respira qui?

GIUSE: Beh, molto calda, molto accogliente, molto stimolante, molto sentita... Quindi assolutamente il clima giusto per un concerto rock.

Rockit: Voi siete una delle bands che ha sposato la causa del Tora! Tora!, che vorrebbe essere un punto di riferimento per un certo genere di musica. Cosa ne pensate di questa idea di festival che vuole stimolare la gente e i media per fargli capire che c'è altro oltre a quello che si ascolta di solito?

GIUSE: Direi prima di tutto che non solo noi abbiamo sposato la causa del Tora! Tora!, ma il Tora! Tora! ha sposato la nostra causa, nel senso che ci ha considerato degni di far parte di questa kermesse, che è molto importante e tocca svariate città in tutta Italia. E' un grido estremo non di disperazione, perchè sicuramente tutti gli elementi che fanno parte di questa kermesse hanno una loro vitalità, però un urlo di voglia di attenzione, in un momento in cui forse la scena rock sta un pò soffrendo in Italia, gode di poco spazio, soprattutto a livello di stampa nazionale, network radiofonici... Quindi diciamo che l'unione di queste forze è importante... Al di là della disattenzione forse una vera scena e una tradizione forte sono da costruire, è meglio pensare che non sia cosa fatta perchè è talmente labile il terreno che forse è meglio dire che è da costruirsi tutto questo.

Rockit: Mentre dei La Sintesi cosa ci racconti? E' uscito da qualche mese "Un curioso caso", il vostro nuovo disco, avete ripreso il tour... Come vanno le cose?

GIUSE: Il nostro disco è uscito a cavallo della partecipazione alla 52^ edizione del Festival di Sanremo, una occasione che ci ha dato modo di farci godere dell'attenzione soprattutto di tutta la stampa nazionale. Però sapevamo benissimo che la cosa più importante per noi era uscire di lì con la possibilità poi di andare città per città a incontrare il pubblico che poi riteniamo più idoneo sia alla nostra musica che anche all'acquisto del disco.

Rockit: Che non è il pubblico medio che ascolta Sanremo...

GIUSE: No, non è sicuramente il pubblico medio che ascolta Sanremo, anche se comunque c'è sempre la possibilità che il pubblico medio, in maniera molto magica e incontrollata si possa innamorare di una canzone che magari per sbaglio viene programmata al festival di Sanremo (ridiamo - ndi). Perchè a freddo noi non dovremmo neanche pensare di andare a Sanremo, però poi succedono delle cose strane, c'è la possibilità, il pezzo passa tutte le selezioni, ci sei... a quel punto ci vai, cosa fai?

MICHELINO: Cioè, la cassetta non l'abbiamo spedita noi... (ridiamo - ndi) Non è che ci sei, vai... Non l'abbiamo spedita noi la cassetta, però siamo arrivati. Non è totalmente negativa la cosa, però ci siam passati!

GIUSE: Quindi parlavamo dell'obiettivo di andare oltre Sanremo, di non rimanere tra quelli che magari arrivano tra i primi tre, però poi non se ne sente più niente. In parte sicuramente ci siamo riusciti, nel senso che c'è stato un momento di attenzione particolare su di noi, abbiamo fatto diversi concerti in tutta Italia, soprattutto nei primi tre mesi legati all'uscita del disco, poi adesso c'è un nuovo singolo in programmazione, da pochi giorni, e per quel che riguarda i mesi di luglio e di agosto abbiamo interessanti e nuove esperienze che ci riguardano...

Rockit: Tipo?

GIUSE: Una che è ancora in via di definizione è un mini confronto col pubblico internazionale, che questa estate sarà presente in Grecia, visto che questa estate andiamo una settimana lì a suonare. Quindi diciamo che questo lasso di tempo che è trascorso dalla nostra esibizione al festival di Sanremo ad oggi è comunque un periodo che ci ha visti sicuramente considerati da più parti.

Rockit: Ed ora cosa succederà?

GIUSE: Adesso vedremo... I mesi di luglio e agosto sono mesi ancora ricchi di appuntamenti, dopo di che da settembre faremo delle considerazioni, se continuare con questo contatto diretto ai concerti col pubblico, oppure si prenderà in considerazione l'idea di concentrarci sul nostro prossimo disco, di cui abbiamo già diverso materiale.

Rockit: Avete già iniziato a lavorarci quindi?

GIUSE: Sì... In via del tutto estemporanea, però ci sono già le prime idee.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati