Elio e le Storie Tese - Firenze, 15-04-1998 Intervista

15/04/1998 di Alessandro Pollio

Nel mitico camerino del mitico Tenax abbiamo incontrato Elio e Faso...



Rockit: Come fate ad ottenere queste sonorità... le vostre...così intense?

Elio: Diciamo che fondamentalmente noi amiamo i nostri strumenti: io amo la mia stessa voce, lui ama il suo stesso basso, che non è un basso, è una chitarra basso, il chitarrista ama la chitarra ecc.ecc.

Rockit: Di sicuro sarai stato anche tu "malato" di musica: com'è stata la tua "influenza" musicale?

Elio: La mia influenza musicale è stata variegata, fortunatamente non sono razzista musicale, e nessuno di noi lo è! Ascolto tutto: le cose brutte le amo perché sono brutte, le cose belle perché sono belle! Conoscendo loro mi sono accorto che tanti amori li condividevamo: con Faso l'amore per i Genesis, gli Yes e tutto il rock sinfonico inglese. Lui si è avvicinato ai Led Zeppelin che erano principalmente un mio amore, ai Deep Purple; io tramite lui ai Weather Report, quindi c'è un grande interscambio. Poi ognuno di noi, casualmente, ha un'estrazione diversa: Christian Maier, il batterista, arriva dal jazz puro e ci ha insegnato un po' di jazz e di ritmi latini, e Faso si è innamorato di quest'ultimi, Cesareo è rocchettaro puro, però si adatta ... siamo arrivati alla fine ad amare tutta la musica!

Rockit: Com'è stato lavorare con un attore così DOTATO... di talento come Rocco Siffredi?

Elio: Qua utilizziamo lo spazio che ci viene offerto per POLEMIZZARE un po' contro chi ghettizza il genere hard, il genere porno. In realtà questi sono film come tutti gli altri: Rocco Siffredi è un attore come tutti gli altri. Ad esempio, perché lui non può andare alla cerimonia degli Oscar e invece bisogna fare gli Oscar del Porno? Alla fine sono film, sono cassette che tu metti nel videotape, sono pizze che tu proietti al cinema, anche se il pubblico cambia. Io vado indifferentemente a vedere un bel film che ha vinto l'oscar come Titanic o a vedere un film porno, un BEL film porno, come per esempio IL BUCO. Quindi polemizziamo, mettiamo i puntini sulle "i": non ghettizziamo grandi attori come John Holmes o Rocco Siffredi che tanto hanno DATO al cinema. Detto questo noi siamo andati al film esattamente come Alba Parietti è andata a fare "Il Macellaio". Un FILM.

Rockit: Preferisci il mito americano o quello italiano: Leonardo Di Caprio o Peppino Di Capri?

Elio: Nessuno dei due: Leonardo Da Vinci.

Rockit: So della tua PASSIONE per Ingegneria...

Elio: ...Passione... ho fatto Ingegneria e sono da ormai troppi anni all'ultimo esame...

Rockit: ...Ed io sono da molti anni fuori corso...

Elio: ...Ah bè, io sono 13 volte fuori corso!

Rockit: ...Cazzeggi in Internet?

Elio: Ogni tanto uso Internet, è molto interessante...è anche molto lento!

Rockit: Esperienza San Remo?

Elio: E' stata FANTASTICA: noi comunque siamo degli amatori di San Remo esattamente come siamo degli amatori del genere film hard...

Rockit: ...oserei dire "degli amatori...punto"...

Elio: ...anche, siamo anche degli AMATORI, in genere. Quindi ci capitava di andare a San Remo già negli altri anni, di assistere e GODERE della visione degli avvenimenti mentre accadevano. Alla fine ci siamo detti, "CAZZO, andiamo dentro all'Ariston". Ci siamo andati e ne siamo usciti vivi! E' stato come quando al luna park entri nel gioco, quello dei mostri...

Rockit: ...Il mostro più brutto: Pippo Baudo?

Elio: Sì, Baudo è abbastanza brutto...ma no, è tutto bello, a me piace anche Baudo. Devo dirti la verità: a me piace tutto, anche essere arrivato PRIMO e con la truffa far arrivare primo Ron! Mi è piaciuto anche che l'anno dopo abbiano vinto i Jalisse, perché è solo grazie al loro successo che poi abbiamo potuto godere del fatto che sono spariti dalla circolazione!

Rockit: La barba di Peppe Vessicchio è vera?

Elio: In realtà sono peli della lingua: Vessicchio l'abbiamo scelto perché è l'unico ad avere peli sulla lingua, quasi sempre non suoi. Quelli lì sono quelli che ha collezionato nel corso degli anni che, come i rasta, gli si sono solidificati intorno la faccia!

Rockit: Le differenze stilistiche fra il ballo di Peppe e il ballo del pinguino

Elio: Il ballo del pinguino si avvicina di più al genere classico, "il ballo del qua qua" (n.d.r. canticchia l'allegra canzoncina di Romina Power!), anche perché è in tempo pari, è una marcietta, la fanno i bambini... Il ballo di Peppe è DELIRIO PURO! E' come confrontare a Woodstock, Crosby, Stills, Nash e Young con Hendrix. I primi sono il ballo del pinguino, Hendrix è il ballo di Peppe. Quindi io scelgo senz'altro il ballo di Peppe!!!

Rockit: Il fatto che sapete suonare... ve ne siete accorti soltanto perché ve l'hanno detto gli altri?

Elio: Non siamo noi che sappiamo suonare, in Italia sono gli altri che non sanno suonare! Consiglio a tutti quelli che hanno in mente di fare della musica di qualsiasi tipo, se amano la musica, di farsi un FANTASTICO CULO nell'adolescenza, invece di andare in giro a fare i pirla e a farsi le canne... che poi le due cose non sono incompatibili! Farsi un SANO CULO per poi godere delle potenzialità offerte dalla magica musica. Se no poi si finisce come uno che è costretto a mangiare pasta per tutta la vita, invece se uno studia prima si mangia la pasta, il riso, i fegatelli, la ribollita, insomma tutte le cose belle della natura, perché la musica viene offerta dalla natura.

Rockit: I tuoi rapporti con le giovani donne...

Elio: Ce ne sono pochi, anzi non ce ne sono, essendo io fidanzato. Anche se li avessi non te lo verrei a dire, se no mi sputtani subito... Comunque i rapporti con le giovani donne sono ottimi. Nel gruppo invece c'è grande attività...

Rockit: ...Beati loro!...

Elio: ...Ah,ah,ah, anche tu...non...(n.d.r. facendo un gesto con la mano!)

Rockit: ...sarà perchè faccio Ingegneria?

Elio: Non credo, perché sono molto apprezzati; o meglio, l'avrai capito anche tu, esistono due tipi di ingegneri: quello classico con gli occhiali quadrati e quello pazzo... che è quello che chiava!

Rockit: Cosa ne pensi della mancanza di creatività nel mondo: Michael Jackson ha plagiato Al Bano, Leonardo di Caprio...

Elio: ...ha plagiato Leonardo Da Vinci...

Rockit: ...la ragazza di un mio amico continua a plagiarlo, ma questa è un'altra storia, e la Ferrarelle plagia Elio e le storie tese...

Elio: Un motivo è l'eccessiva richiesta da parte del mercato: l'artista sopperisce o fotocopiando sé stesso o gli altri. Il leader del campo è Venditti che riesce a fare tutt'e due le cose! Poi ci sono quelli che fotocopiano solo sé stessi come Elton John, i Dire Straits, che fortunatamente si sono sciolti! Poi c'è il Rap, che è un continuo copiare, per nulla creativo. Credo che non lo faremo mai, poi non si sa mai, per i soldi si fa qualsiasi cosa, noi siamo i PUTTANI della musica!

Rockit: Perché non vi hanno chiesto di fare la canzone per i mondiali?

Elio: Perché quelle cose lì bisogna farle brutte, non si possono fare belle.

Rockit: Progetti per il futuro?

Elio: Costruire autostrade... ehm, no: innanzitutto fare il disco nuovo e poi andare in America.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati