Amari - Mail, 20-09-2007 Intervista

11/10/2007 di

(Gli Amari al completo - Foto di Fabio Cussigh)

Il 12 ottobre esce "Scimmie d'amore" il nuovo album degli Amari, piccola istituzione del pop indipendente italiano. Sembrano ormai pronti a tuffarsi nelle grandi acque del successo, per diventare ricchi e felici. Con una lacrima sul cuore. L'intervista di Stefano 'Acty' Rocco.



Bentornati. Se non sbaglio ormai siamo al sesto disco. Come state?
Dariella: Bene dai… (con la classica espressione di chi é appena uscito da una seduta di pulizia dentale) … !

Pasta: Si ma... SEMPRE IN PIENAAAAAAAAH!!!

Enri Colibrio: Stiamo facendo i vaccini e le cure per il nuovo tour. Il nostro medico si chiama Clint Eastwood.

Qualcosa forse è cambiato. Questo è proprio un disco di canzoni d'Amore. Si balla un po' meno, si scherza senza esagerare. Meno discoteche più riflessione. Si piange e si litiga.
D: In effetti per sputare fuori molte delle parole che danno vita a questo disco sono state versate parecchie lacrime e credo che si senta. Alla fine se hai la possibilità di scrivere delle canzoni sei fortunato …nel senso che perdere del tempo a perfezionare un "oggetto artistico" ti fa perdere la percezione del "contenuto" e badare solo alla "forma" …va a finire che le canzoni, partendo da dei ricordi, (piacevoli e non) diventano realmente terapeutiche per curare delle ferite causate proprio da questi ultimi.

P: Già da questa risposta puoi capire quanto più autoreferenziale é il rapporto che abbiamo con le canzoni nuove rispetto a "Gmm". Che forse la formula perfetta che cerchiamo stia nel concetto di "Crying at the discoteque"??

EC: Le belle parole non ci sono mai mancate, ma è anche vero che rispetto al passato in questo disco c'è tanto tanto più amore: ricordo che durante la preparazione dello scorso tour (quello di "Gran Master Mogol") trovammo una copia di "Piccole donne" sul pavimento della sala prove e qualcuno si chiese che cosa fosse. Invece adesso i sentimenti diventano una parte importante della nostra musica. Continuiamo a ballare ma lo facciamo con più maturità e più cuore. Siamo tutti cresciuti.

Nelle vecchie produzioni giocavate spesso a reinventare immaginari nazionalpopolari, da Mogol ai videogiochi, dalla trash culture al rap. Stavolta ci sono gli Amari e basta.
D: Si… "Gamera" e "Gmm" son stati scritti in corsa, in mezzo all'"impresa", sono dei bollettini di Guerra ed hanno un tono molto più epico. Quattro o cinque anni fa per noi era tutto diverso …c'era molta più incoscienza ed era anche difficile tratteggiare nei dettagli quello che ci stava accadendo attorno… Pensa a pezzi come "Bolognina revolution" o "La prima volta" …é facile immedesimarsi perché sono canzoni che puntano su dei "luoghi comuni" pur partendo da esperienze personali... In "Scimmie d'amore" ci siam fermati un'attimo… se corri non riesci a guardarti dentro e tirare fuori qualcosa... é un lavoro intimo prima di tutto e non lo puoi fare col fiatone.

EC: Negli anni sono aumentati il coraggio e la voglia di mettersi in gioco, quindi anche la forza con cui portiamo avanti le nostre idee. Adesso stiamo sviluppando un'identità sempre più personale e definita e lo facciamo nel rispetto di antiche ricette friulane.

Per la prima volta (credo) compaiono percussioni ed archi in un vostro disco.
P: Vero, e fra l'altro nello stesso pezzo!!! Abbiam detto "se proprio dobbiamo farla, facciamola sporca".

EC: L'idea di partenza era quella di arrangiare gran parte dei pezzi con suoni di sintesi ottenuti campionando lo scrocchiare delle dita o sfregando tra loro due noci ma, aihmè, la tecnologia non è ancora pronta per tutto questo...

Sono lacrime quelle gocce che accompagnano la grafica del disco?
P: Ebbene si, per la precisione penso siano lacrime di coccodrillo...

D: Citerò il mio amico Macromeo: "se mi commuovo piovo!"
EC: Sono gocce di Valium.

"Le gite fuori porta" ha una base strepitosa, però mi chiedo: perchè uno va in gita per litigare?
P: Non è che ci va apposta, è che a volte ti tocca andare in gita e non hai voglia, o a volte hai il presentimento che pioverà e ti rovinerai il picnic.

D: In effetti la frase "in fondo ti avevo avvertito" (contenuta nella canzone) é pensata dal punto di vista di un metereologo ...sai com'é dalle nostre parti piove spesso…
EC: Ad agosto a Udine sono caduti 111 mm di pioggia. Vi sembra un bel modo di vivere?

Casino Royale, Beastie Boys e Soulwax in passato hanno rappresentato dei punti di riferimento importanti per voi. Oggi è difficile trovare somiglianze esplicite. E' giusto dire che in Italia ormai esiste uno stile-Amari?
D: Beh credo che una cosa diventi stile quando si fossilizza. Non credo che la nostra musica si sia purtroppo e per fortuna fermata in una baia sicura. Quel che é importante ora, é che i Soulwax ci facciano un dischetto nuovo… Ok I rmx ci spaccano ma cazzo io voglio capire cosa può succedere dopo "any minute now"!

Forse non tutti sanno che gli Amari ormai sono venduti al mainstream. Raccontiamo questo increscioso episodio? Si sta bene dall'altra parte?

P: Per quanto ci riguarda non possiamo lamentarci, abbiamo carta bianca su tutto e finalmente avremo il budget per stampare quel famoso disco di silenzio che non abbiamo mai pubblicato. Cosa? L'han gia fatto? Ma dai, ma mica su major, sarà su un'indie di quelle là no? Su Unhip mi pare, giusto?

D: "ah" …quindi é già "strafatta"?

P: Strafattissima!

EC: Da quasi dieci anni questa domanda non ha più un senso. Passiamo gran parte della giornata cercando di spiegare alle nostre madri come sia posibile avere dei dischi nei negozi, dei video in rotazione, delle foto sui giornali, e non riuscire comunque a pagarsi la spesa in un supermercato vero. Andremmo anche a lavorare, ma poi chi ci lucida le Cadillac?

"Grand Master Mogol" è un capolavoro, ma non è stato capito dal grande pubblico, "Scimmie d'Amore" je la fa? E' cambiato qualcosa?
P: E' cambiato che ora il disco finalmente si trova nei negozi, che è su Itunes, che nel mezzo abbiamo fatto tanti concerti, poi che noi ovviamente crediamo sia piu bello del precedente, è un altro discorso!!!

EC: Je la fa, je la fa! Ti dirò di più: "Scimmie d'Amore" servirà anche a sdoganare definitivamente "Gran Master Mogol" e a far dire al pubblico: "ma io dov'ero, prima?!".

Gioco al discografico major: "Gli Amari? Hanno bisogno di un produttore, altrimenti resteranno incompiuti"
P: Penso sia assolutamente vero!!!

D: Adesso però ci sveli la fonte della citazione! ...così sembra che a dirlo sia stato un qualsiasi Pippo Baudo!

EC: Ancora un'altro produttore? Vi prego, NO!!!

"Fiamme in un bicchiere" propone anche un coretto di bambini. Oltre all'amore c'è voglia di famiglia?
P: c'è voglia di amore in "formato famiglia" probabilmente!!!

D: A parte gli scherzi é il momento più concettuale del disco!! …é come immaginare I Chumbawamba che dirigono il coro di bambini che canta in "The wall" dei Pink Floyd
EC: Gli Amari amano i bimbi! Vorrei citare l'ultimo concerto che abbiamo fatto al Covo, a Bologna, quando una giovane mamma portò suo figlio a sentirci. Se, come promesso dai nostri politici, l'economia italiana riuscisse finalmente a ribaltare sui bambini il potere di acquisto dei loro genitori, faremmo tour solo negli asili.

Gli Amari hanno sempre curato il marketing in modo originale, utilizzando grandi idee con risorse casalinghe. Ora che la RiotMaker ha acquisito la Warner, entreranno in gioco nuove risorse?

P: ovviamente si, faremo le stesse cose di prima ma in maniera molto piu costosa, tipo anzichè in bici, in posta ci andrò con il famoso carrarmato ricoperto di diamanti, tipico status simbol dei rapper che ce l'hanno fatta ...e chi credi che la paghi la benzina di questa bellezza?

EC: Casalinghi è il nostro motto! Continueremo per sempre a fare della musica artigianale.

Ormai siete un'istituzione, ci sarà parecchio da girare per promuovere il disco. Pronti per i live? Ci saranno novità?
D: Da fine ottobre siam di nuovo in in Marcia! …ne stiam preparando delle belle! ...un pò di novità ci saranno sicuramente ma non anticipiamo nulla… sennò che gusto c'é? he he…
P: Dai Dariella, dilla bene ...fino ad allora ci barricheremo in una nuova salaprove dotata di frigobar zeppo di birra al limone (la temibile Radler) e simpatici metallari di contorno, poi si riparte, fra novembre e dicembre abbiamo un tour di 15 date ed un piccolo concorso sponsorizzato da Myspace, tramite il quale i piu volonterosi possono proporsi come gruppo di "supporto" per aprire i nostri concerti in giro per lo stivale, credo si possa parlare di sfruttamento di minore, forse. Ah si, stiamo anche per girare il nuovo video, aspettatevi una vera follia, anzi aspettatela, visto che mi pare farai parte delle comparse vero Acty? (e non solo tu fra i rockittiani eh eh eh).

...ma a voi gli indie non v'hanno un po' rotto i coglioni? Andiamo tutti al Festivalbar?
P: Ovvio che se ci chiamano ci andiamo di corsa!!!

D: Si ma ti sbatti tu per gli accrediti che sei più "Milanese"…!!

P: Ok, ma veramente io pensavo di andarci "suonando!" ...se vuoi però ho scoperto un nuovo happy hour in Ticinella che...

EC: Non dimentichiamoci lo Zecchino d'Oro, eh!

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati