Mecna

La passeggiata di Mecna sul Lungomare Paranoia Intervista

Tutte le foto sono di Mattia Buffoli - Tutte le foto sono di Mattia Buffoli -
13/01/2017

Mecna è fatto così: sparisce per mesi, quasi anni. Quando finisce di portare in giro un disco continua con la sua vita di sempre. Il lavoro come grafico, gli amici, un po’ di viaggi. E ovviamente continua a scrivere canzoni.

Dopo la pubblicazione di “Laska” (2014) ha congelato i suoi account social per quasi 9 mesi. Il suo ultimo post su Facebook risale ad aprile, ma è tornato oggi all’improvviso presentando un nuovo lavoro intitolato “Lungomare Paranoia”.
Quella di sparire per poi tornare senza anticipazioni può essere interpretata come un’intelligente mossa di marketing, qualcosa che al giorno d’oggi si possono permettere grandi artisti internazionali come Beyoncé o Frank Ocean. Però nel caso di Mecna di costruito a tavolino c’è ben poco: “Tendo a vedere la mia musica in una maniera abbastanza seria e a usare i social il giusto: se ho qualcosa da fare sapere ok, altrimenti sto zitto. E poi quello che scrivo nelle canzoni è molto più profondo e intimo delle cose potrei raccontare su Facebook. Insomma, mi piace tornare solo quando ce n’è veramente bisogno”.



La cosa evidente però è che gli piace tornare quando fa freddo (“non uscirei mai con un disco a maggio”), tanto che in “Lungomare paranoia” anche il mare in cui sono ambientate le canzoni non è quello estivo, pieno di gente e di sole. Al contrario. Sono canzoni da spiaggia vuota, da spiaggia d’inverno: “L’idea per il titolo del disco mi è venuta in treno, durante la solita tratta che faccio per tornare a Foggia. A un certo punto, da Pesaro in poi, il treno scivola su tutta la costa adriatica, una distesa che ti porti fuori dal finestrino per due o tre ore.”

Quanto alla questione paranoia, potrebbe sembrare strano ma è il frutto di una certa serenità nell’accettare sé stessi per quello che si è: “Non è facile non lasciarsi condizionare dagli altri, a qualsiasi livello. Ma io preferisco essere al 100% me stesso, anche se so che così facendo avrò dei rompimenti di cazzo, o magari sarò criticato. A volte penso magari che dovrei produrre musica più da party, anche perché è difficile tenere su uno show dal vivo con tutte canzoni lente. Però poi cresci e arrivi ad un punto in cui capisci quali sono le tue preferenze, qual è la tua identità. Mi piace questo tipo di suono, mi riesce bene e mi fa stare bene, quindi non ho motivo di cambiare. È una musica molto intima, emotiva, è facile etichettarla o fare ironia. Però non mi importa, anzi ben venga. Il mio disco si chiama “Lungomare paranoia” proprio per mettere bene in chiaro le cose dall’inizio. Sono canzoni piene di paranoie? Sì.”

Nel nuovo lavoro di Mecna uno dei temi forti è quello dell'escapismo: il cercare l’isolamento rispetto a una realtà soffocante, la voglia di andarsene per lasciarsi alle spalle le cose che fanno male. E poi l'amore, che da sempre è un argomento centrale nei lavori del rapper. Si parla di ragazze, storie tormentate, dubbi e paranoie (ovviamente), il tutto con un approccio elegante ma emotivo e sincero, senza pose. Racconta Mecna: "l’emotività è il fulcro della mia musica. Ho fatto quest’osservazione tempo fa, perché mi sono ricordato che uno dei miei primissimi pezzi era una canzone molto emotiva, quindi finora non è cambiato poi molto. Non ho attraversato nessuna metamorfosi, semplicemente mi sono capito di più, e soprattutto ho capito cosa evitare."

"Lungomare paranoia" ha un approccio molto più soul dei precedenti, il cantato e la melodia hanno un'importanza centrale, o almeno è importante tanto quanto il lavoro dei collaboratori fidati che hanno accompagnato Mecna anche in questo capitolo. C'è Iamseife, Lvnar, Alessandro Cianci, Fid Mella, The Night Skinny. Ma c'è anche 24SVN, il giovanissimo producer francese Nude e soprattutto Godblesscomputers, che ha prodotto "Il tempo non ci basterà" e "Malibu": "Forse i due pezzi che, pur legandosi al mio stile, intraprendono un’altra direzione. Ho cercato di mantenere la mia identità ma anche di aumentare un po' il ritmo. Con Godblesscomputers ci eravamo scritti per un po' e ci siamo subito trovati, sono molto contento del risultato."

Oltre che la versione digitale, quella in cd e in vinile, "Lungomare paranoia" è disponibile anche in uno special pack che comprende il disco, una maglietta (ovviamente disegnata da lui) e un libriccino: "Ho curato una fanzine per i fan. È una raccolta di foto di artisti e amici, accompagnati da testi scritti da me sui temo del disco: solitudine, luoghi abbandonati, mare."
La trovate qui solo in 150 copie ad edizione limitata.

Da Sabato 14 Gennaio Mecna incontrerà i fan in una serie di instore in tutta Italia, in cui sarà possibile acquistare "Lungomare Paranoia" sia in formato cd che in vinile. Ecco le date:

sab. 14 gennaio - MILANO - Mondadori Piazza Duomo - ORE 16:00
lun. 16 gennaio - TORINO - Feltrinelli, Stazione Porta Nuova - ORE 17:00
mar. 17 gennaio - BOLOGNA - Feltrinelli, Piazza Ravegnana - ORE 17:00
mer. 18 gennaio - FIRENZE - Galleria Del Disco - ORE 17:00
gio. 19 gennaio - PERUGIA - Taboo - ORE 17.00
ven. 20 gennaio - ROMA - Discoteca Laziale - ORE 17:00
sab. 21 gennaio - NAPOLI - Feltrinelli, Stazione Centrale - ORE 16:00
dom. 22 gennaio - FOGGIA - Mondadori Bookstore Via Oberdan - ORE 16:00
lun. 23 gennaio - LECCE - Feltrinelli, Via Templari - ORE 15:00 + BARI - Feltrinelli Via Melo - ORE 18:30
mar. 24 gennaio - PALERMO - Mondadori Via Ruggero Settimo - ORE 16:00
mer. 25 gennaio - CATANIA - Feltrinelli Via Etnea - ORE 16:00
gio. 26 gennaio - COSENZA - Feltrinelli Corso Mazzini - ORE 16:00
ven. 27 gennaio - PADOVA - Mondadori, P.zza Insurrezione - ORE 15:00 + VERONA Feltrinelli Stazione - ORE 18.00
sab. 28 gennaio - GENOVA - Mondadori Via XX Settembre - ORE 16:00

Queste invece le date dei concerti finora confermati:

18 Febbraio - Santeria Social Club, Milano
3 Marzo - Hiroshima Mon Amour, Torino
4 Marzo - Casa della Musica, Napoli
10 Marzo - New Age Club, Roncade (Treviso)
11 Marzo - Locomotiv, Bologna
18 Marzo - Afterlife, Perugia
25 Marzo - Fab, Prato
31 Marzo - Quirinetta, Roma
1 Aprile - Latteria Molloy, Brescia
8 Aprile - Casa delle Arti, Conversano (Bari)
More shows TBA

Tag: rap italiano

Vi raccomandiamo:

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Brixton si costruirà una saetta gigante in ricordo di David Bowie