Non Voglio che Clara - Padova, 02-01-2004 Intervista

02/01/2004 di

I feltrini Non voglio che Clara si ispirano al brit pop inglese più intimista (Divine Comedy, Smiths) e alla tradizione melodica italiana più “esistenzialista” (Luigi Tenco). Dopo un primo ep omonimo del 2002, nel 2003 hanno pubblicato uno split con i trevigiani Northpole (“Per te/L’ultima occasione”) e un nuovo ep autoprodotto, “Caffè Cortina”.



Cosa significa il vostro nome? Perché lo avete scelto?
Non voglio che Clara Significa esattamente quanto scritto, non ha significati reconditi ma una buona atmosfera.

Cosa c'è del vostro nome nella vostra musica?
Non voglio che Clara Tutto, la componente femminile, l'esclusività, la negazione e la volontà.

Quali sono le difficoltà che incontra una giovane band che fa la vostra musica nel vostro territorio?
Non voglio che Clara Un grosso centro probabilmente offre spazio e possibilità in più, ma ho potuto constatare che ciò non è sempre vero.

Quali sono i vantaggi, invece, di vivere nella vostra zona, per far musica.
Non voglio che Clara Così come non vedo particolari svantaggi, non vedo nemmeno vantaggi significativi.

Tre dischi stranieri e tre italiani da portare nell'isola deserta.
Non voglio che Clara Paolo Conte “Paris Milonga”; Ornella Vanoni “La voglia, la pazzia, la tristezza, l'allegria”; Lucio Battisti “Una giornata uggiosa”
Beach Boys “Pet Sounds”; Smiths:Tutti i dischi in un unico cd di MP3; Neil Young “Rust Never Sleeps”

Un disco straniero e uno italiano da buttare nel cassonetto.
Non voglio che Clara Tatu “200Km in the wrong lane”; Franco Battiato “Fleurs 3”

Musicalmente da che parte state: Inghilterra o Stati Uniti? O altro?
Non voglio che Clara Inghilterra, Stati Uniti e altro.

Un buon motivo per venirvi a vedere dal vivo.
Non voglio che Clara Perchè è meglio che guardare Costanzo in TV.

La più bella serata della vostra vita di musicisti.
Non voglio che Clara Quella col cachet più alto.

Questo è un mondo difficile perché?
Non voglio che Clara Si pensa solo ed esclusivamente al denaro.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    La fiction RAI sulla vita di De Andrè è stata vista da oltre 6 milioni di spettatori