Mammoths’ dreams - Padova, 02-01-2004 Intervista

02/01/2004 di

I padovani Mammoths’ dreams, di recente formazione, propongono un’elettronica minimalista sulla scia degli islandesi Sigur Ros.



Cosa significa il vostro nome? Perché lo avete scelto?
Mammoths’ dreams Il nome Mammoths’ dreams significa letteralmente “i sogni dei mammut” ed è stato scelto per le immagini surreali e oniriche che vorrebbe evocare.

Cosa c’è del vostro nome nella vostra musica?
Mammoths’ dreams Ci sono le atmosfere rarefatte e le emozioni dei sogni.

Quali sono le difficoltà che incontra una giovane band che fa la vostra musica nel vostro territorio?
Mammoths’ dreams Non conoscendo altre band che facciano musica simile alla nostra, possiamo parlare delle difficoltà che abbiamo incontrato noi: trovare locali che accettino di far suonare band sconosciute, specialmente se propongono un suono più sperimentale ed ibrido tra rock ed elettronica.

Quali sono i vantaggi, invece, di vivere nella vostra zona, per far musica.
Mammoths’ dreams Nessuno, pensiamo, per chi vuole provare a tracciare nuovi percorsi musicali… non esiste in nessuna città italiana una situazione come quelle in Germania o nei paesi scandinavi, figuriamoci a Padova! Meglio sono città come Bologna o Roma, anche se lontane dagli altri centri europei.

Tre dischi stranieri e tre italiani da portare nell’isola deserta.
Mammoths’ dreams Stranieri: Herbert “Bodily functions”, Jeff Buckley “Grace”, Mùm “Finally we are no one”. Italiani: difficilissima scelta perché nessuno dei tre componenti ascolta musica italiana comunque… DRM “Haiku”, Yuppie flu "Days before The Day", Giardini di mirò “Rise and fall of academic drifting”

Un disco straniero e uno italiano da buttare nel cassonetto.
Mammoths’ dreams Ce ne sono troppi purtroppo, ma non ci sembra giusto decidere cosa buttar via. Avremmo preferito elencare almeno altri 10 dischi stranieri degni di nota.

Musicalmente da che parte state: Inghilterra o Stati Uniti? O altro?
Mammoths’ dreams Islanda

Un buon motivo per venirvi a vedere dal vivo.
Mammoths’ dreams Intraprendere un viaggio fatto di emozioni, ricordi e sogni.

La più bella serata della vostra vita di musicisti.
Mammoths’ dreams Probabilmente dopo aver composto la prima canzone insieme, poiché ci siamo resi conto che, pur provenendo da background musicali diversi, potevamo creare qualcosa di nuovo confrontandoci e crescendo assieme.

Questo è un mondo difficile perché…
Mammoths’ dreams La gente insegue molti sogni che spesso non riesce a realizzare ed è costretta a standardizzarsi e a vivere un’anonima routine quotidiana che annulla l’individuo e svuota l’anima.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Mammoths’ dreams
    Foto
    0
    Video
    0
    Album
    0
    Concerti
    0

    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS