Side-One - Padova, via mail, 20-01-2004 Intervista

20/01/2004 di

I veneziani Side-one propongono un glam’n’roll di stretta osservanza stradaiola. Fanno parte della Rock’n’roll family. Cos’è? Leggete l’intervista…



Cosa significa il vostro nome? Perché lo avete scelto?
Nikky :Bhé sinceramente una volta che eravamo ubriachi duri distesi su un ponte mi girai verso Ace e gli dissi “:-Oh sono in dimensione parallela-:” Side~One vuol dire anche questo, ma se non vi piace mettetela così: siamo il lato vero della musica i numeri uno, ahahah.

Cosa c’è del vostro nome nella vostra musica?
Nikky: Mmmm, non saprei dirti forse il fatto che cerchiamo di dare in pasto alla gente qualcosa in cui crediamo e non le mille stronzate che si sentono sempre in giro, per questo, la dimensione parallela, un qualcosa di ormai non più molto comune in giro…..e perché ci piace tanto bere.

Quali sono le difficoltà che incontra una giovane band che fa la vostra musica nel vostro territorio?
Maverick Drevil:I costi troppo alti dell’attrezzatura che servirebbe di base ad un gruppo per poter tentare di fare qualcosa di serio, i locali che mancano o che non ti fanno suonare o perché non sei in voga o perché non vogliono spendere dei soldi per gente che vuole darsi da fare.

Tommy Rose.:Piccolo particolare i gestori che rompono le palle per farti suonare…!!!

Quali sono i vantaggi, invece, di vivere nella vostra zona, per far musica.
Nikky:Il Nord Est è una delle realtà musicali più viva e vera siamo pieni di gruppi dei più svariati generi, e tutti attivissimi e diciamo che soprattutto nel nostro settore c’è il massimo dell’attività in particolare da quando si è formata la nordest rock n’ roll family cioè una serie di gruppi che si sono messi insieme e collaborano per ritirare su le proprie sorti e quelle del rock n’ roll , nonostante questo le difficoltà ci sono sempre, l’unica cosa non avete idea di quanto figo sia il ritrovo di sei band che condividono la stessa passione e assieme si aiutano.

Tre dischi stranieri e tre italiani da portare nell’isola deserta.
Nikky:Chiedere solo tre dischi credo che sia piuttosto riduttivo in ogni caso ti dirò 1) Senza paragoni “Girls Girls Girls” dei Motley Crue, l’album rock n’ roll per eccellenza
2) “All Those wasted years” o “Oriental Beat” degli Hanoi Rocks: prima di partire scelgo ad occhi chiusi
3) “Makin enemies is good” dei Backyard Babies
Ma siccome non riesco a stare senza una moltitudine devastante di cd non mi porto da mangiare e mi scafo Tommy come spuntino Ace anche se è indigesto come pasto e Mav come emetico per vomitare visto che ha la tinta altamente deleteria per lo stomaco e allora ti aggiungo “Not Fakin it” di Michael Monroe e il primo di Nilla Pizzi e il terzo di Orietta Berti.

Maverick Drevil: Per Nikky se mi mangi la Billo ti ucciderà all’istante quindi cazzi tuoi!

1. Come ha detto il collega “Girls Girls Girls”!!!

2. “Total 13” dei Backyard Babies
3. Un cd solo strumentale fatto da Ronzoni e Rufus dei Bastet: se si può con il dvd cosi li guardo mentre li ascolto.

Tommy Rose: Perfettamente d’accordo con i miei due tesori!!

1. Come primo “Girls Girls Girls”!!

2. “Shout at the Devil” sempre dei Motley Crue
3. Per ultimo “Appetite for Destruction”, possibilmente con foto di Steven Adler con la bocca storta (chi sa capisce).

Per gli album italiani noi Side~One siamo d’accordo su
1. Smelly Boggs ma non ricordiamo il titolo dell’album possiamo solo dire che, cazzo, è favoloso, il gruppo italiano con più palle mai visto.

2. Un greatest hits degli Articolo 31.
3. E in assoluto i Cugini di Campagna che sentiamo spiritualmente vicini a noi nell’animo e nel look e che tanto ci fanno sentire bene quando li vediamo.

Un disco straniero e uno italiano da buttare nel cassonetto.
Snake Ace: Dido perché ha sfrantumato le palle e non da meno per Nikky soprattutto gli Outkast fastidiosi come pochi. Di italiani ce ne sono veramente troppi da incassonettare: in primis, però, Tiziano Ferro perché ci siamo rotti le palle di doverci grattare ogni volta che passa una sua canzone e Meneguzzi che l’unica cosa vera che ha fatto è di aver rotto il cazzo.

Musicalmente da che parte state: Inghilterra o Stati Uniti? O altro?
Maverick Drevil : Passo dagli USA alla Svezia per finire in Australia !!!

Nikky : Personalmente sono per il rock n’ roll senza frontiere e per il partito della figa: viviamo in una società dove le frontiere andrebbero abbattute.

Tommy Rose: Anch’io passo dall’America alla Svezia, ogni tanto quando lavo i piatti a casa ascolto musica Araba per rilassarmi.

Un buon motivo per venirvi a vedere dal vivo.
Maverick Drevil: Perché siamo belli belli belli in modo assurdo!

Nikky: Avete mai visto il carnevale di Rio de Janeiro? …ecco più o meno siamo lì: solo che c’è tanta adrenalina. Però gli allegri travestiti ci sono sempre.

Tommy Rose: Siamo seriamente Rocker !!!

Nikky: A parte gli scherzi abbiamo dei seri doveri nei confronti dei giovani in tre parole: adrenalinici, sudati, e divertenti.

Maverick Drevil: Per far sentire del vero sano e nutriente (come la Kinder delice ) Rock n’ Roll !!!

La più bella serata della vostra vita di musicisti.
Snake Ace:Il Mascara Massacre in assoluto perché non abbiamo mai visto in un festival rock n’ roll di gruppi emergenti tanta gente come in quelle due sere.

Questo è un mondo difficile perché…
Nikky: Ah…domandina impegnata… beh, potrei dirti mille motivi tra cui perché Heather Locklear o altre dive non ci stanno con me, perché le taglie di reggiseno nelle statistiche si stanno riducendo in maniera drastica unendo troppo gli uomini alle donne, perché le ragazze d’oggi non si accontentano più di un portafoglio costantemente vuoto, perché gli alcolici costano troppo, e perché Tommy non vuole fare l’amore di gruppo…accontentati di questi poi te ne dirò altri.

Maverick Drevil: Perché Babbo Natale non mi ha portato lo Space Shuttle questo Natale, perché le donne vogliono solo essere mie amiche e perché Tommy non vuole fare l’amore di gruppo !!!

Tommy Rose: Scusate se è poco ma mi manca l’ultimo vinile per finire la collezione di Azim noto cantante arabo degli anni ’80 (paragonato a Michael Monroe nel rock) e perché una volta ho rischiato l’ospedale giocando a fare l’amore di gruppo.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Chiude negli Stati Uniti l’ultima fabbrica di compact disc