I Cani e Cosmo in chat con Pop_X Intervista

Pop_X - Pop_XPop_X - Pop_X
16/03/2015 di Niccolò Contessa (I Cani) e Cosmo

Le nostre interviste doppie sono sempre molto bizzarre e particolari: abbiamo voluto continuare questa sana tradizione con una bella chiacchierata via chat tra tre personalità affini e assieme diversissime tra loro, l'enfant prodige Pop_X, Niccolò Contessa de I Cani e Cosmo. Si parla di tutto ciò che ruota attorno all'universo Pop_X: ingenuità, YouTube, software, atmosfere e colonne sonore, natura, gay e molto molto altro. 

 

Cosmo: come va?

Pop_X: tutto bene

Cosmo: cosa facevi?

Pop_X: mi scaldavo il caffè di stamattina. voi come va? nicola ci sei?

Cosmo: io ho riscaldato del riso e della cotenna e del cotechino! e li ho mangiati per metà… niccolò, scusa

Niccolò: sto facendo il caffè ora

Cosmo: si ma non puoi distrarti così

Niccolò: mi ero scaldato salsiccia e patate e cavolo cappuccio

Cosmo: una vita riscaldata

Pop_X: se avessi un portatile uscirei in giardino perché qui è una bellissima giornata primaverile. invece sono in casa

Cosmo: a proposito di riscaldare, come ti prepari a un concerto? intendo gli attimi prima: che fai prima di suonare? ho potuto solo veder dei video per ora ma mi sembri veramente scatenato!

Pop_X: di solito bevo superalcolici, anzi, sorseggio

Cosmo: con eleganza

Pop_X: diciamo che nn ricordo un concerto in cui nn ero ubriaco. di solito bevo e giro come una mosca a parlare con la gente in cerca di approvazione. per dirti, nella quotidianità nn esco mai a bere qualcosa. proprio mai, quindi quando suono arrivo sempre con molta voglia di socializzare e molta energia

Niccolò: a proposito di questo io ti ho visto un paio di volte dal vivo e m'ha colpito il fatto che mi sembri molto molto partecipe, cioè mi sembra che lo "senti" molto il concerto. volevo chiederti se è sempre stato così o se ci hai messo un po' per trovare un modo di fare live che ti facesse sentire bene

Pop_X: diciamo che vivo i concerti come se fossero l'ultima festa della mia vita

Cosmo: da sempre? "io centro con i missili" è di 5 anni fa circa. quando hai cominciato a fare i live?

Pop_X: i prime live di pop_x risalgono al 2006. prima dell'attuale forma (basi su cui canto e su cui un altro percuote percussioni di fortuna recuperate in loco) ho provato diverse strade

Cosmo: immagino prima tentassi di "suonare di più"

Pop_X: si, infatti, avevo un gruppo, un bassista, uno alle rum machine, e walter alla chitarra. però ero sempre insoddisfatto e frustrato



Cosmo: ora son rimaste solo le rum machine giusto?

Pop_X: ora nn é rimasto niente, solo le basi che mando da un iPod

Cosmo: si si scherzavo… mi piace comunque il viversi un concerto come "l'ultima festa" della vita

Pop_X: nn frequentando feste, locali ecc delle volte che suono… a volte ho pensato che se anche fossi morto per qualche ragione (brutte cadute, ecc) sarei stato molto felice di morire in un contesto di festa. c’è stata una fase tra il 2010 e il 2013 in cui i concerti erano anche pericolosi per noi “performers"

Cosmo: niccolò mi diceva che trovava grande poesia in quello che fai. sono d'accordo. e già stai cominciando a manifestarla

Niccolò: a me interessa questa cosa che con la band ti sentivi frustrato e hai deciso di andare con le basi, in genere i musicisti fanno esattamente il contrario

Cosmo: ci vuole maturità e autostima per farlo (secondo me)

Pop_X: per la questione di scegliere le basi?

Cosmo: yes

Pop_X: per me è stata una questione tecnica: farmi le basi al computer pensando che dovevano suonare per un live solo con il software... ero davvero soddisfatto delle basi. e poi appunto, nn dovendo suonare uno strumento (solo la voce) avrei potuto dedicarmi di più all'aspetto performativo (aspetto che per me è sempre stato importante)

Cosmo: questo è chiaro, ma credo niccolò si riferisse al fatto che molti musicisti hanno questa paranoia di dover suonare live per dimostrare al pubblico che sono musicisti

Pop_X: ahahha ok… bo, questa paranoia nn l'ho mai avuta perché per me in caso semmai ci fosse una sfida con me stesso era il dover dimostrare le mie abilità di programmatore, arrangiatore, nel senso, mi son sempre identificato in un musicista "elettronico" più che acustico diciamo

Cosmo: bravo

Niccolò: ok chiarissimo

Cosmo: proprio riguardo questo: quando scrivi, crei, arrangi lavori tanto al materiale o è tutto immediato e naif come sembra suggerire l'immaginario che domina il tuo canale youtube?

Pop_X: di solito quando ho un'idea (musicale/visuale/testo ecc) che identifico come MOLTO BUONA nn ci metto tanto a trasformarla in realtà però ho delle lunghe fasi di “RAGGIRO” dell’idea, cioè fasi in cui appunto nuoto attorno al centro del gorgo (per usare un’immagine) pian piano sento che il vortice gira sempre di più fino a quando mi inghiottisce e lì l'idea è palese e semplice da visualizzare e quindi da trasformare in realtà



Niccolò: quanto dura questo processo più o meno? dall'idea alla realtà?

Pop_X: allora mi spiego meglio. ad esempio "io centro con i missili”, la conoscete?

Cosmo: e beh

Pop_X: AHhah

Niccolò: ahaha sì, è quella che fa "stai qui con me sulla spiaggia di cattolica" no?

Cosmo: no è quella che dice "le velleità ti aiutano a cacare”… dai si cazzo spiega

Pop_X: si proprio quella! per molto tempo, un anno o anche di più la musica 8 bit mi incuriosiva, sentivo che poteva essere un mondo utile al mio immaginario musicale, però avevo di fronte varie cose da chiarire, ad esempio nn essendo io un patito di videogiochi o cose simili ma essendo interessato solamente al suono di quella musica ho iniziato una fase di “studio" del genere, una fase utilissima che mi servita per “appropriarmi" del genere, dopodiché una volta "appropriato" del genere ho iniziato a “giocare" con quel tipo di suoni tentando svariati arrangiamenti, testi, ecc ecc. nel frattempo era il 2008/2009, avevo iniziato a interessarmi superficialmente di universo, teorie ecccceccc. questa fase è durata un anno, due. un giorno, nel giro di qualche ora ho scritto il testo, la musica e l’arrangiamento ed è nata io centro con i missili

Cosmo: nel senso che in tutto quel periodo avevi scritto tante altre cose ma questa è venuta subito una bomba

Pop_X: si diciamo che in tutto quel periodo avevo fatto bo 10 /20 pezzi che poi ho in qualche modo “sintetizzato" in io centro con i missili. però la fase di preparazione è durata molto

Niccolò: ah allora ti volevo chiedere una cosa già che ci siamo: tu sei uno dei musicisti più prolifici che conosca, ma la roba che pubblichi è la punta dell'iceberg? cioè c'è anche un sacco di roba che NON pubblichi?

Pop_X: mm diciamo che tendo a pubblicare la punta dell’iceberg, perché tutto il resto lo cancello dal computer… uso internet come un back up

Cosmo: che software usi?

Pop_X: ho iniziato con reason 2.5, garage band, logic, live. per creare le basi dal vivo ho sempre usato Reason, che è il mio “strumento”, nel senso che ho salvato i miei suoni che periodicamente modifico, “attualizzo". però negli ultimi anni tendo a usare diversi software per lo stesso pezzo. ad esempio, registro una voce con garage, gli metto un riverbero con logic, faccio dei suoni con logic, altri ne faccio con reason, da un paio d'anni a questa parte ho comperato un arranger yamaha psr-s650, che uso molto come strumento di "composizione assistita”, come generatore di arrangiamenti ai quali mi ispiro e a volte riproduco con un software a volte lascio tali e quali come escono dall'arranger



Niccolò: spè, ferma tutto. in che senso?? come lo usi??

Cosmo: preset midi? usi i suoi preset? tipo sono stato ghey mi suona di arranger del genere

Pop_X: BRAVOOOO! sono stato ghey è un preset che si chiama "boyband 2000”. mi è molto utile per cogliere un’atmosfera al volo semplificata così navigo tra generi, luoghi diversi del globo e mi muovo come un errabondo. la cosa bella è che posso isolare le tracce del preset e quindi prendermi una chitarra gitana, una batteria funky, un basso jazz e così via... costruisco il mio arrangiamento. ovviamente il suono di questa yamaha è molto "connotato" cioè ha un suo suono, io posso agire solo sulla quantità di riverbero di una traccia, ma nn posso modificare timbricamente i singoli suoni che l'arranger propone. questo è un po' il limite, però sono contento che ci sia questo limite

Niccolò: non escono via midi? non ti puoi registrare la parte midi e poi metterci il suono che ti pare?

Pop_X: no

Cosmo: ma come no???

Pop_X: ahahha no, esce solo audio

Niccolò: bellissimo comunque

Pop_X: cmq è arranger moderno cioè prodotto in questi ultimi 2 anni quindi ha dei suoni iperrealistici e interessanti

Cosmo: vabbe basta, cambiamo discorso

Niccolò: mi sembra che tu in questi anni abbia costruito un tuo mondo molto autosufficiente, un tuo stile completo, dalla musica ai testi ai video alle grafiche all'uso dei social network. si riescono a intuire dei riferimenti (l'8 bit, come dicevi tu, ma anche l'eurodance, il pop radiofonico, etc.) però è difficile immaginare come ti relazioni al mondo della musica. al tempo stesso però mi sembri uno che ascolta molta musica. che musica ascolti? e soprattutto, domanda che non si fa quasi mai, COME la ascolti? tipo su che supporti (immagino 99% digitale), in che momenti, etc. Calcutta mi ha detto che avresti risposto "laura pausini e aleandro baldi”, ma ci provo comunque

Cosmo: ahah

Pop_X: ahahah si ascolto molto sul tubo, però ho anche un giradischi con molti 45 giri che erano nel giubocs dell'albergo di mio nonno e a volte li ascolto. in generale della musica mi piace l'atmosfera che crea, nel senso penso che una musica per piacermi deve essere in grado di creare un'atmosfera

Cosmo: ma che ascolti?

Niccolò: ci sono dei dischi o dei pezzi che consideri dei classici? so che sei molto abbottonato su sta cosa ma sono curiossissimo

Cosmo: CHE CAZZO ASCOLTI?

Pop_X: ascolto i cani e cosmo tutto il giorno fino allo sfinimento

Cosmo: ammazza ti spari nei coglioni a fine giornata

Pop_X: in questo periodo ascolto i turzi un gruppo dell'etichetta di sebastien tellier, però appunto a seconda dell'atmosfera di cui ho bisogno metto su youtube "musica erotica”, oppure musica new age, oppure musica psy trance, goa full on… cioé nn ho dei “miti”, vado per atmosfere. di solito sono soddisfatto di quello che mi propone il tubo... le colonne sonore dei film mi piacciono molto, ad esempio da qualche settimana sto ascoltando la colonna sonora di un film che si chiama “exotica”, Atom Egoyan è il reghista



Cosmo: che bellezza, cercare musica per atmosfera… io sto ascoltanto le isole dell'amore di umiliani

Pop_X: ecco ad esempio umiliani ha fatto “paesaggi”, hai presente? risaie, ecc ecc

Niccolò: sìsì

Cosmo: no, mai sentiti quelli

Pop_X:



Cosmo: ok ascolto subito. altra domanda: perché pop_x ha fatto un disco?

Pop_X: intendi solo 1? o 1 disco fisico?

Cosmo: no il contrario, perché a un certo punto l'hai fatto? ti ha obbligato mirko dei camillas? quel porco maniaco sessuale?

Niccolò: eh aspè mi aggancio anch’io. se ti ricordi quando ci siamo conosciuti un anno fa ti chiedevo "perché non fai un disco?” però ora mi faccio la domanda contraria. cioè in fondo mi sembra che avessi trovato il tuo modo di esprimerti, di pubblicare la tua roba in un modo che in un certo senso sta molto più avanti dell'idea di album e mi sembra pure più adatto a te

Pop_X: l'ho fatto perché ho trovato qualcuno che finanziasse l'operazione senza che io ci mettessi soldi

Cosmo: ahah niccolo e io a fare i filosofi e te cosi venale

Pop_X: per anni nessuno mi ha mai proposto di fare dischi, a meno che io nn mettessi dei soldi. io nn ho mai voluto mettere soldi per un disco, perché nn li avevo, cioè preferivo spenderli per fare altro, ad esempio costruire gli occhialini di led che rispondono al suono. è proprio una questione di principio, mi son sempre detto se faccio un disco voglio che siano coloro che vogliono farlo a pagarlo e fino a pochi mesi fa nessuno era disposto a pagarlo. poi ho trovato dei finanziatori e via, l'ho fatto… poi perché mi risulta simpatico fare un best of come "primo disco"

Cosmo: è giusto, in qualche modo. ma nemmeno un demo in cd-r mai?

Pop_X: nel 2005 avevo martirizzato dei cd e mi ero preoccupato di curare un po' la copertina che ho stampato con la stampante

Cosmo: ah ok

Pop_X: *masterizzato

Niccolò: "martirizzato" mi aveva emozionato

Cosmo: ahahah le etichette che l'hanno finanziato di chi sono?

Niccolò: marco, ma non sei tu una delle etichette?

Cosmo: Stuprobrucio c'entra con gioacchino turu e il sottoscritto, anche se i soldi li ha messi solo giacomo, poi mi ha informato… io non sapevo nulla ma ovviamente approvo

Pop_X: mirko bertuccioli (Dischi di Plastica), giacomo lanzeta (Stuprobrucio), cristian scarola (Canesciolto), federico rocca (Panico Concerti) sono i quattro founders

Cosmo: altra domanda: il tuo pezzo “paiazo" mi fa piangere: perché?

Pop_X: ahaha! mi pare che atmosfera sia malinconica quindi è normale che ti faccia un po’ piangere, forse stai diventando gay e nn lo vuoi ammettere a te stesso… anch'io son gay…




Cosmo: ma di che cazzo parla? perché mi sembra che dica qualcosa di toccante?

Pop_X: mmmmm… paiazo, in dialetto trentino si legge PAIAZZO che in italiano vuol dire pagliaccio come CAIAZZO… è toccante perché parla di un tempo indefinito, forse? provo a… secondo me è toccante, ma non è solo il testo che la rende “toccante”. per quanto riguarda il testo, appunto è l'ambientazione uni un tempo lontano che potrebbe essere sia nel futuro che nel passato

Cosmo: insomma nemmeno tu lo sai... mi piace

Pop_X: no, lo so però è lunga da spiegare, secondo me quindi sciàllo

Niccolò: io ho un'ultima domanda: nella tua musica io ci sento due cose, due anime. un'anima che vuole scrivere la canzone pop perfetta, che tutti cantano e che fa stare bene tutti e un'anima che definirei, usando una parola è un po' forte, "terrorista"

Pop_X: si é così!

Niccolò: ah ok quindi non ho travisato. vorrei capire come interagiscono tra loro

Pop_X: interagiscono in modo diverso a seconda del pezzo. nn è una domanda a cui so rispondere, dovrei analizzare un pezzo in particolare parlando in generale nn so bene cosa dire ;(

Niccolò: allora ti dico in uno dei miei pezzi preferiti, "storie di sfida”, a un certo punto proprio smetti di cantare e fai "e asgdasjhdgasdjhgdjahsgdashjd QUESTO NOSTRO DIO!"

Pop_X: ah ok si ad esempio li c’è un’incursione terroristica, della mia parte terrorista, giusto?

Niccolò: boh, sì, dimmelo te :D

Pop_X: vuoi sapere il perché?

Niccolò: boh sono curioso se è una cosa istintiva o se proprio prendi il pezzo e dici "mmm è troppo normale, sabotiamolo"

Pop_X: bo quello che dico è: questo pezzo mi sembra più interessante musicalmente se ci metto questo e questo ecc ecc quindi il terrorismo che metto nelle canzoni è per me fondamentale per rendere quelle canzoni interessanti musicalmente

Cosmo: tipo il rutto enorme in mezzo a "com'è l’amore”?

Pop_X: bravo! credo sia una trasposizione del mio carattere in musica, nel senso che spesso mi entusiasmo molto a una cosa (la canzone) cerco di costruirla ecc ecc e poi d'improvviso, mi sale come una forma di depressione che si manifesta musicalmente con questi inserti “terroristici”… è proprio una forma di depressione istantanea che si manifesta come nel caso di quel rutto: canto dell'amore per questa donna descrivendo sensazioni che ella mi procura, sensazioni belle, volente, ecc ecc, poi d'un tratto mi assale una forma di depressione anche musicale… ahahahah! è proprio così nel caso delle due canzoni che avete citato

Niccolò: ok quindi non è un'operazione per niente cerebrale, è proprio così che ti viene

Pop_X: e credo che quelle forme di depressione vadano ad arricchire il materiale

Cosmo: molto interessante! alla fine è una strategia di produzione, "strategia" tra virgolette

Pop_X: è una trasposizione musicale dii una mia attitudine a fare le cose

Cosmo: alla fine sei tu

Pop_X: molto entusiasmo che si manifesta nel mio impegno nella ricerca di suoni, arrangiamenti ricchi, strutture “funzionanti" dal punto di vista della canzone e poi depressione improvvisa che mi fa mettere in discussione tutto quello che ho fatto talvolta portandomi a cancellare files, giri di basso, ecc ecc voglia di autoscreditazione, insomma una forma di malattia mentale molto grave ahahahahhh



Cosmo: a me questa spiegazione darà sicuramente qualcosa in più all'esperienza dei futuri ascolti della tua roba. grazie. ancora vorrei chiederti una cosa, però: trento. come stai da quelle parti? come sei cresciuto in quelle zone? tu e i tuoi amici siete una banda di pazzi, mi ricorda un po' la compagnia di amici miei qui a ivrea che rientra in “stuprobrucio"

Pop_X: da queste parti mi son trovato bene, son cresciuto in famiglia abb numerosa 4 figli genitori tranquilli che si vogliono bene parenti affettuosi... direi che sono stato fortunato, gli amici che ho sono pochi ma buoni. quelli che non sono emigrati sono rimasti e sono gli stessi delle elementari

Cosmo: azzo!

Pop_X: nonostante questo "attaccamento" ho vissuto molto fuori casa per studio. un anno a saluzzo (torino), tre anni e mezzo a milano, un anno in finlandia, esperienze in brasile all'interno di comunità religiose... da qualche tempo a questa parte sono contento di vivere qui a villamontagna (trento), proprio perché è un ambiente moderato, molta natura circonda queste zone, la presenza della natura mi rinforza! mi rincuora

Niccolò: sì questo si vede molto nei video

Pop_X: quando vado in giro a suonare mi muovo in treno e mi piace molto visitare le altre regioni ecc, penso sia un'esperienza unica e molto arricchente. mi sono sempre trovato bene con gli altri italiani. soprattuto entrare in contatto con la gente dei vari posti… se potessi mi piacerebbe errare per l’italia per il resto della mia vita. in qualche modo la geografia dell’italia, la sua natura soprattutto alimenta la mia immaginazione ecc ecc, quindi ogni data me la vivo come un’avventura da vivere come se fosse l'ultima diciamo!

Cosmo: TI VOGLIO BENE

Pop_X: ecco, nn vorrei esservi sembrato troppo gay nelle mie confessioni, spero vi siate divertiti

Cosmo: si, grazie davvero

Niccolò: (Y) mi sento una persona migliore

Cosmo: sei come l'mdma

Pop_X: ci salutiam??? come si fa?

Cosmo: non lo so a me viene da piangere


Tag: intervista

Pagine: I Cani Cosmo Pop_X

Commenti (5)

Carica commenti più vecchi
  • Zagor 16/03/2015 ore 13:19 @zagor

    grazie cosmo coglione . passa presto a pesaro che io sono mirko dei camillas e zagor e maniaco sessuale che ti rompo la testa amorevolmente .

  • Sando Marino Resilienza Croce 16/03/2015 ore 13:26 @palazzo.palazzi

    Zagor mostrati per quello che sei

  • Zagor 16/03/2015 ore 13:29 @zagor

    pero' il finale è bello . bravo cosmo

  • Zagor 16/03/2015 ore 13:32 @zagor

    ciao ragazzi, non ho il cazzo , l'ho perso durante un concerto , mi è rimasto impigliato sotto l'asta del microfono

  • Hey Saturday Sun 17/03/2015 ore 13:21 @HeySaturday

    sto articolo è un pò un teatrino

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati