Video première: Sakee Sed - "Panama" Intervista

foto di Monelle Chiti - Sakee Sed nuovo videofoto di Monelle Chiti - Sakee Sed nuovo video
02/11/2015 di

Oggi vi presentiamo in anteprima il nuovo video dei Sakee Sed che anticipa il disco "Hardcore da saloon", in uscita domani per Appropolipo Records. Abbiamo fatto due chiacchiere con il duo per capire quanto questo video sveli del disco, e chi è Panama.

Da dove nasce l'idea del video?
Marco: L'idea nasce dal bisogno di avere un video da lanciare il prima possibile e "Panama" è il pezzo perfetto, dura un minuto e ventisette secondi! Volevamo inoltre girare un video in cui si capisse che siamo solo in due, ora, un piano e una batteria, e che tutto è nato dalla saletta.

E invece questo cowboy urbano?
Gianfu: Nell'immaginario di Hardcore da Saloon, da sempre, sin dalle prime note suonate vedevamo attorno a noi saloon, balle di fieno, cavalli e cowboy. Ovviamente in tutto questo noi abbiamo aggiunto dell'hardcore, colonna sonora delle metropoli.

È la vostra vera sala prove quella nel video? La sala prove è un luogo mistico, ci raccontate la vostra?
M: No. È una saletta minuscola, la più piccola che abbia mai visto. Un giorno Gianfu mi disse che era stato a suonare in una saletta fottutissimamente piccola negli scantinati di alcuni palazzoni di Bergamo. E mi disse anche che nonostante la dimensione era molto bella, per cui abbiamo pensato che fosse la location giusta per girarci un video. La nostra sala prove è un po' più grande della saletta del video ed è un caos assoluto, il disordine regna sovrano. È molto difficile avere un ordine nella nostra sala prove, perchè si vede che siamo concentrati a sistemare altro, i nostri sentimenti per dire, le sensazioni provate durante la giornata, il nostro gulliver. Forse non ho mai visto la nostra sala prove!
G: La nostra sala prove è un'esplosione! Credo abbia vibrato più del Giappone negli ultimi tre anni!



Ma voi ci siete mai stati a Panama? 
G: No purtroppo no. È sempre considerata come possibile PIANO B delle nostre vite nel caso troppe cose contemporaneamente vadano ammale! La canzone non parla di Panamà, ma di Panama, un nostro carissimo amico e compagno di tour nel 2011/2012.
M: Quella notte io e Gianfu sorseggiavamo un drink e guardavamo la pista da ballo del Mattatoio di Carpi, erano su per giù le quattro del mattino, il palco era ancora pieno di strumenti da smontare e da caricare nel bus, ragazzi e ragazze ballavano e tra di loro c'era anche Panama. Ballava da dio, tagliava tutta la pista da diagonale a diagonale, era libero! Così io e Gianfu abbiamo finito di colpo il drink e ci siamo buttati in pista a ballare con lui e con tutti! Abbiamo caricato il bus alle sette, credo. È importante ballare e sfogarsi.

Alla fine il cowboy cade a terra ferito dalla vostra musica. Cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo album?
Ci vediamo alla fine del fiume! :)

Tag: nuovo video

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Chiude negli Stati Uniti l’ultima fabbrica di compact disc