Linea 77 - Torino, 22-02-2000 Intervista

22/02/2000 di Erik Gillo

Per i torinesi Linea77 si è appena concluso una annata che li ha visti decisamente tra i protagonisti. In seguito all'uscita del primo album "Too much happiness... makes kids paranoid" e conseguente tour sono cresciuti esponenzialmente i consensi e le attenzioni attorno al gruppo. Tanto da oltrepassare i confini italici.

 

Rockit: Too much happiness... ha riscosso notevoli favori da critica e pubblico.

LINEA77: Siamo molto soddisfatti di Too much, è stato accolto benissimo ovunque; le recensioni sono state tutte positive. Ovviamente le critiche ci sono state, soprattutto di quelle inutili tipo: "..hai visto che commerciali, hanno fatto la copertina rosa!!", "...la foto colorata??? No, no, con la foto cosi colorata e limpida non puoi fare hardcore!!". ...ecco, cazzate di questo tipo, cose che sinceramente ci fanno più ridere che altro, beati loro che hanno tempo da perdere in queste cose !!

Rockit: E dopo essere comparsi su tutti i giornali specializzati è partito un devastante tour che culmina con la partecipazione al Beach Bum! Vogliamo stilare un bilancio?

LINEA77: Il tour per la promozione di too much si è concluso, o meglio, noi l' abbiamo considerato concluso alla fine dell'estate. Da gennaio ad agosto abbiamo fatto circa 55/60 date, principalmente nord e centro, qualche data al sud e un paio, forse 4, in Svizzera. È stato indubbiamente uno dei periodi più belli ed intensi della nostra vita... concerti tipo il Beach Bum di Jesolo sono esperienze indicibili, riguardando i video a volte non ci crediamo... se la devo dire in una parola: perfetto!!

Rockit: In effetti, a suo tempo, già mi parlaste di un mini-tour internazionale che comprendeva addirittura alcune date in Canada, e in quell'occasione mi anticipaste anche la notizia della partecipazione ad una compilation edita dalla Indica Records al fianco di nomi illustri del panorama Oltreoceano. Come è andata?

LINEA77: È vero, questi erano i programmi, ma a parte le 3/4 date in Svizzera non si è più concluso nulla di tutto ciò, per cause di forza maggiore: dall'ultima volta che ci siamo sentiti ci sono stati dei leggeri cambiamenti, per nostra volontà...

Rockit: A cosa ti riferisci?

LINEA77: Recentemente abbiamo firmato un contratto con la Earache records, grossa casa indipendente con sede a Notthingam in Europa e a New York negli states. Il prossimo disco uscirà per loro e sarà distribuito in tutto questo cazzo di universo !! E precisamente in Europa, Americhe, Giappone e Australia. Percui abbiamo congelato tutti i progetti per riprendere tutto da capo: fra poche settimane uscirà in tutto il mondo la ristampa rimasterizzata di Too much con produzione Earache e saremo in giro a promuoverla fino a Settembre. Inoltre su uno dei prossimi numeri di Kerrang! sarà presente un cd compilation con la nostra partecipazione con la versione rimasterizzata di Meat.

Rockit: Ciò significa che è partito il progetto di conquista del mondo?

LINEA77: Diciamo che ci sono tutti i presupposti: ad Aprile, molto probabilmente, saremo di supporto a tutto il tour dei Kill II this e Earthtone 9, per un totale di 22 date in Inghilterra e Scozia. Dopodichè entreremo ai Philia studios, tra Notthingham e Londra per registrare il nuovo album che sarà distribuito in tutto il mondo. La produzione è stata affidata a Dave Chang. L' uscita dell' album è prevista per Settembre '00.

Rockit: E i "leggeri cambiamenti" sono tutti qui o hai tralasciato ulteriori novità eclatanti?

LINEA77: Che ti posso dire di più... Sinead o' Connor non doveva scusarsi!! La frutta avrebbe dovuto essere senza buccia; Fiona Apple è geniale, I Macintosh vanno meglio per fare grafica; gli Hackers dovrebbero ricevere un sussidio mensile da Satana; di solito si fa tanto casino per niente e poco casino per tutto; I disegnatori di Southpark sono geni a livello di Michelangelo eppure mandano il cartone la sera tardi; ci sono cosi tanti 144 anche perché siamo un popolo di ignoranti. Andrei avanti per ore a elencare le opinioni riguardo alle "cose" però devo andare al bagno.

Rockit: Non mi resta che augurarvi "Andate e spaccate!"...

LINEA77: non ti preoccupare, spaccare è una delle nostre prerogative al punto che ogni tanto vorremmo anche suonare qualcosa di più morbido, ma proprio non ci riusciamo...siamo degli incarogniti cronici, ma credo peraltro tu possa comprendere bene i ns. stati d'animo condividendo città, regione e tutto il resto... KEEP IN TOUCH!

Tag: intervista

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto