Fare Soldi - via Chat, 27-10-2008 Intervista

03/11/2008 di

"Sappiamo dove abiti" è il disco nuovo dei Fare Soldi che altro non sono che Pasta degli Amari e Luca che forse conoscete per i Carnifull Trio o forse non lo conoscete proprio, ed è l'occasione giusta per sapere che esiste. In un mood ironic-funk e leggermente italo-disco, imbevuti in litri di Gatorade che nei club diventano Mojto, i Fare Soldi giocano a fare gli stupidi, come se non ce ne fossero già abbastanza in circolo. In un mondo che ricerca l'utilità di ogni singola attività sociale ed economica Michele Wad fa i comodacci suoi e si prende il tempo per capire se i Fare Soldi hanno un senso degno della durata del loro secondo disco.



Premessa: non valgono emoticons in questa intervista...
Luca: Mi pare onesto…
Pasta: Ok non potrò usare le emoticon dei Goonies…

Esattamente quanto tempo fa avete deciso di provare a fare soldi?
L: 10 anni fa, quasi.

P: Il primo brano risale ad allora.

Mi dite sinceramente quanti soldi avete adesso nel portafogli?
P: I buoni pasto valgono come soldi?

Dipende a chi li hai rubati...
L: 25 euro in carta e 3,65 in spiccioli. Molti sono spiccioli da un centesimo.

E' una società che gli spiccioli non contano più nulla, vero?
L: I tifosi che alle partite li tirano, non sarebbero d'accordo con te.

Quando giocate voi, nei club, cosa vi tirano addosso?
P: Amore, ovviamente. Una catapulta d'amore.

Sottoforma di?
P: Sudore di solito, oppure sotto forma di urla incomprensibili.

Tipo?
P: Spesso ci sembra di fare dei djset sul pianeta di Chewbacca…
L: Boh, di richieste strane ce ne son tante in consolle…
P: Potremmo farci un libro…
L: Dal canonico "metti Vasco!", al più curioso "hai visto Vasco?"
P: Oggi è arrivato un vinile autografato da Vasco qui, in ufficio…

Vasco quello vero?
P: Si si, non Vasco Brondi
L: Yeah, dimmi che c'è scritto "ragazzi, mettetemi!"
P: No è dedicato al mio vicino di scrivania, non posso dirvi altro, sennò mi licenziano di già...

C'è mai stata una che ha ascoltato "Sappiamo dove abiti" e vi si è concessa…
P: E' uscito l'altro ieri, un attimo!

L: Si infatti, facciamole almeno arrivare alle ultime canzoni…

Vabè praticamente vi state grattando i coglioni a tre giorni dall'uscita del disco e ve la girate così.
L: Al massimo ce li accarezziamo…

Tra i generi usati per etichettarvi on line avete: Pop, Funk, Disco House. Ora per facilitare l'ascolto del disco mi indicate le parti più Pop, più Funk, e più Disco house.
P: Io volevo metterci "musica acusmantica", così forse scopro cos'è...

L: Io sono per il "terapeutico e di facile ascolto".

P: La verità è che facciamo dance a modo nostro, o come il classico claim Riotmaker "pop sbagliato".

Si ok non etichettarsi nei generi, però qualcosa avevate in mente quando avete prodotto le canzoni...
P: Si abbiamo ascoltato tutti gli mp3 che girano sui blog adesso, e ci siam detti, tipo "ok ora facciamo l'opposto".

Ragion per cui Fare soldi è l'opposto di?
L: Mettiamola così, hai presente quando alle medie, uno diceva "figa!" o "cazzo" ad alta voce e gli altri ridevano? Si ride perché hai 12 anni, non perché fa ridere davvero, la roba sui blog in gran parte è ridere di queste cose a 30 anni.

Significa che ridete delle cose nuove e guardate al passato?
L: Assolutamente no.

P: E' che siamo dei fiketti, non ci piacciono le cose scontate.

L: Vuol dire che vorremmo che le battute facessero ridere perché elaborate, ingegnose e divertenti, non perché uno dice "cazzo" ad alta voce.

Questo giustifica gli skit nel disco...
L: No, sto parlando dei brani.

Cosa c'è da ridere nei brani?
L: Era una metafora infatti. Dai che cominci a perderci colpi, tu come la vedi?

P: Esatto Wad parlaci tu del disco…

Io voglio fare un disco come gli Amari...
P: Mah te lo sconsiglio caldamente, cioè a volte nemmeno io vorrei farlo, i dischi degli Amari succedono…
L: Ehehehe.

P: E direi che è così anche per Fare Soldi, e la Riotmaker tutta, cioè tutto molto naturale, ci piace fare le cose a modo nostro, ecco.

Dire, come fossi un giornalista serio, che Fare Soldi è l'estensione in live set degli Amari è totalmente scorretto?
P: Si, pensa che nemmeno il djset degli Amari lo è.

L: Si, con la differenza che quelli di Fare Soldi accadono come accade un meteorite.

P: E' l'estensione live set degli Amari (e qui ci starebbe un emoticon dei goonies), la fai semplice Wad, Fare Soldi è il pezzo sbagliato al momento sbagliato, quando hai bevuto l'ennesimo cocktail sbagliato, e tutto diventa giusto.

Mi dite tre motivi per cui vi trasferite a Milano?
L: Io nessuno, infatti non mi trasferisco.

P: Si, Carnifull si downloada via ftp, risparmiamo così, con la recessione.

Una domanda da Carlo che è qui in redazione: come mai tutti i friulani si stanno trasferendo a Milano, che avete rotto il cazzo?
L: L'errore è di interpretazione, non sono i friulani che stanno trasferendosi a Milano, è Milano che sta diventando una provincia del Friuli e poi via, verso la Spagna.

Si ma tipo i pugliesi a Milano portano allegria e terronità, voi..?
P: Mojtooo, noi ci rifacciamo di tutti i secoli di invasioni e razzie subite.

L: Noi veniamo a Milano a rubare l'allegria ai pugliesi.

Non ci avrete mai.
P: Non voi, basta l'allegria.

Chi si occupa e come e con cosa di beatmaking. Ditemi un pò di software e cose da nerd…
P: Dunque, accade che ci chiamino a fare dei djset e la mattina ci svegliamo sfigurati dai cocktails e per magia, lungo la strada del ritorno, appare un mercatino dell'usato e annebbiati dall'hangover entriamo e compriamo dei vinili rigorosamente a 2 euro scegliendo le copertine, tipo se hanno i baffi o no…
L: No, per la precisione "quanti hanno i baffi" è il criterio!

P: Esatto almeno due, al che li compriamo, li campioniamo e li mettiamo assieme opponendoci alle regole del buongusto. Non credo ci sia altro!

L: E se serve, suoniamo spesso sopra delle maracas.

Qual'è il disco con più baffi che avete?
L: Finalmente una bella domanda, fammici pensare…

Non vi ho detto finalmente un bel disco.
L: Non te l'abbiamo cantato qui e adesso infatti…

Lo sto ascoltando mentre scriviamo.
P: Mah ce ne sono vari di dischi funk polacchi coi baffi…

Quindi fate così i misteriosi perchè non volete dirmi esplicitamente che è dal funk polacco che nasce tutto?
L: Non solo, anche band di beoni tedeschi e soprattutto turnisti losangelini con il pelo sul petto…
P: E i baffi, non dimentichiamolo. Cioè di solito sono i tastieristi ad avere i baffi.

Senza offesa, ma siete realmente così?
P: Siamo esattamente così. Immagina che due battute su tre, sono prese dai Simpson...

Ah ok…
P: La terza parla di un misterioso vinile...

Quindi non sono vostre, questo è importante per chi dovrebbe comprare il disco...
L: Mai, noi siamo dei cialtroni, ma la gente non le sa a memoria come noi.

P: Quindi una conversazione reale con noi è inaffrontabile.

Praticamente voi immagazzinate e poi riproducete?
P: Poeticamente parlando si.

L: Eh, questa è una bella immagine.

Diciamo che non siete come la Wii della Nintendo che ha un rapporto corporeo e istantaneo, siete più come l'Amiga...
P: Copiamo, ma male. Si, il processo dura alcune decadi.

Mi dite due cose italiane che avete sentito e remixato negli ultimi tempi...
L: Beh, Amari, Julie's Haircut, Egokid, Don Turbolento, Funkabit, etc...

P: E pensare che bastava vedere il nostro ultimo ep pubblicato eh…

C'ho presente.
P: Pensa l'abbiamo anche proposto a Rockit ma erano dietro a far pompini ai Bloody Beetroots...

Ma perchè fate quelli che vogliono rompere i coglioni?
L: E a chi?

P: Perche fare quelli che si drogano perchè fa figo è troppo costoso…

Ecco perché uno snob è snob.
P: Rompere i coglioni è gratis.

Cosa c'è che non va ai Bloody Beetroots?
P: Il Sidechain?

L: Tutto?

Vai, apriamo la prima faida tra dj electro, che sembrate tutti fighettini con le sneakers sempre pulite…
L: Maddechè.

Pensa se vi chiedessi qualcosa su tutta quella scia di djs dietro a Bloody Beetroots. Non vi piacciono?
L: E' una questione di gusti, direi che nonostante Silvio, siamo ancora vagamente in democrazia.

P: E' il solito discorso che coi Justice, ora tutti fanno sta roba qua.

L: Ma che sono in macelleria in fila?

Oh finalmente parliamo di qualcosa…
P: Questa, come la fidget o quello che vuoi tu.

L: C'è chi la fa nel modo che ci piace e chi no.

Esatto. Però un pò vi porta bene no?
L: A noi? Ti sembriamo gente che fa fidget?

Parlo dei locali pieni, che alla fine siamo lì, è giusto una questione di 'spinta' o di aggressività, ma la gente che viene da voi non credo sia troppo lontana, da quella che va là, sbaglio?
P: Dipende dalle situazioni.

L: E poi cosa vuol dire, il fatto che gli possa piacere la fidget mica vuol dire che non gli possiamo piacere noi.

P: Si fa presto a dire fidgets.

P: A me piaccion quelle alla paprica.

Voi l'avete detto, per cui, amici miei, diciamocelo: se là è fidget, qua è…?
P: No io dico questo: che da Edbanger in poi (anzi, dai Daftpunk in poi), gli indierocker si son avvicinati alla dance, e la cassa non era più il diavolo…

Condivido.
P: Questo ci fa comodo, da 10 anni a questa parte.

L: Vabbè, questo anche nel 1988.

P: Esatto.

Per i lettori giovani... cosa successe nell'88 di così simile ad oggi?
P: Vai socio, sbranalo.

L: I Justice ci piacciono, ma i Simian Mobile Disco no, i Crookers ci piacciono da sempre, i Bloody Beetroots no, il frico ci piace, la pasta al forno no, fine.

Non vi piace la pasta al forno, ma come cazzo state?
P: Diciamo che ci piace piu dei Crookers.

Ma avete detto che vi piacciono i Crookers..
P: Scusa, più dei Bloody.

L: Vuoi fare una querelle su questo? Chiama almeno Bigazzi.

Chiudiamo così. Anche solo per aumentare la percentuale di componenti musicali dite qualcosa che si avvicini ad un discorso di musica. Se no poi sembra un'intervista a due sociologi andati a male...
L: "Te le suono".

P: Che forse è il nome del nuovo disco.

Ora dite una cosa stupida così restiamo nel vostro habitat naturale.
L: Ma questa intervista non era già finita 5 minuti fa?

E' durata cinque minuti in più. Vi devo pagare?
P: In un mondo ideale si.

L: Dai lasciamo alla gente che avrà letto fino a qui la possibilità di rifarsi una vita.

Ok.
L: Salutiamoci affettuosamente, ciao Wad, è stato un piacere...

No, no sti cazzi l'amore, fate troppo i fighi...
P: Ma no giochiamo a far gli stronzi, siamo persone amabili te l'assicuro, ma gli amabili non vendono (di questi tempi non vende nessuno). Siamo tipo good cop vs bad cop.

Fantastico...
P: E tu sei rapper, e capisci.

Ma che rapper, minchia ma fate così la 'gente avanti' che vedete uno col cappellino ed è rapper...
P: Ma se ti chiami Wad, adesso dimmi "non ho mai fatto le tag con lo spray"

Non dirò a nessuno che Pasta degli Amari afferma che uno che ha il cappellino è rapper e cioè fa le tag con gli spray. A sto punto tu che di nome fai Pasta…
P: .......si?

Commenti (11)

Carica commenti più vecchi
  • Amari 11/11/2008 ore 11:17 @amari

    seh, te piacerebbe, mi sa che è solo per vender dischi :D

  • caterina uguccioni 11/11/2008 ore 13:58 @sibilla

    L'intervista più brutta e inutile mai letta, cosa sò in più di loro??? che non gli van giù i Bloody B, va beh, e che me frega???
    Qualcosa di sensato sul loro progetto era così dura metterlo.. mah..


  • Amari 14/11/2008 ore 11:47 @amari

    cerca su myspace, magari qualche info in piu la trovi :D

  • Michele Wad Caporosso 14/11/2008 ore 16:06 @aiemwadaiem

    molto dura.

  • Michele Wad Caporosso 14/11/2008 ore 16:08 @aiemwadaiem

    ormai si parla solo in presenza del proprio profilo.


Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Andare ai concerti allunga la vita