Snaporaz - via email, 08-05-2001 Intervista

08/05/2001 di

Ci siamo fatti una chiacchierata telematica con gli Snaporaz, in particolare con Carlo e Toto, rispettivamente voce e batteria di una band radicata ormai da anni nel nostro underground e che ci ha recentemente regalato l'ottimo album Salto con te.

Augurando al Livorno una pronta risalita in Serie B (...vero Toto?) leggiamo cosa ci raccontano questi toscanacci.



"Salto con te" é stato un parto difficile?
Carlo: Beh, sicuramente non é stata una passeggiata. Trattandosi del terzo album ci é venuto abbastanza automatico il desiderio di curarlo bene, in tutti i suoi aspetti. Abbiamo cominciato a metter giù tutto il materiale verso l'inizio del 2000, lavorando nel nostro studiello, con dei ritmi a misura d'uomo (cosa non successa per i precedenti lavori); abbiamo anche tralasciato sulla strada un bel mazzetto di canzoni che ci convincevano meno, magari ci saranno utili in futuro. Da settembre (2000) perciò ci siamo fiondati a più riprese al Red House di Senigallia molto convinti di quello che volevamo. Ci abbiamo passato anche tutte le feste di Natale e Capodanno, come dei perversi monachelli in ritiro. Tutto sommato un parto felice.

Quanto si "sente" la presenza di Giovanni Ferrario nell'album?

Toto: Giovanni è stato con noi per 1 mese in quel bel cascinale/studio di registrazione che è il red house studio. L'abbiamo conosciuto a un nostro concerto a Torino, noi gli eravamo piaciuti parecchio dal vivo e così ci siamo scambiati i numeri di telefono. E' venuto a trovarci a Livorno e ci ha lasciato il suo disco "Bipolars of..." uscito a nome Micevice e lì è stata una FOLGORAZIONE, "Bipolars" è stupendo. Quando siamo entrati in studio i brani erano già strutturati molto bene, Giovanni ci ha aiutato (e insegnato) a semplificare il tutto e ad osare di più riguardo ai suoni e alla tecnica individuale……insomma, abbiamo imparato a "sporcare" le canzoni, d'altronde abbiamo perso le speranze di diventare una boy-band (anche se io continuo a ballare benissimo). Va anche detto che Giovanni suona parecchi strumenti nel disco, aveva con se una tastierina da due soldi (almeno a vederla) ma lui sapeva tirarci fuori dei suoni allucinanti e poi sa anche suonare molto bene le percussioni (come batterista fa un po' schifo, ma non glie lo dite he he !!). Credo, e spero, che anche per lui sia stata un'esperienza positiva.

Prima avevate la sezione dei fiati fatti in casa, adesso ci avete messo quello psicopatico di Roy Paci; c'é gusto a suonare con lui?
Carlo: La definizione 'fiati fatti in casa' me gusta mucho. Geppo e Matié in definitiva ci hanno permesso, con il loro modo del tutto istintivo di suonare, di arrangiare la nostra musica senza cadere nei cliché della sezione fiati; fondamentale il loro apporto soprattutto nelle due colonne sonore dei film che abbiamo realizzato. Roy Paci ha invece agito da fuoriclasse; come un Roby Baggio nel Brescia, ha pennellato tre o quattro perle per la squadra. Effettivamente é stato molto gustoso vederlo all'opera con la sua tromba (complice un Massimo Morganti dal trombone sempre pronto).

Scott 4, Gomez, Pearl Jam: vi stanno bene o Rockit ha toppato la recenzione?
Toto: Sicuramente, nel caso dei Gomez e dei Pearl Jam , stiamo parlando dei 2 gruppi di cui tutti noi abbiamo quasi tutti i dischi, i Gomez poi sono la migliore cosa che poteva succedere alla fine del millennio. I loro primi 2 dischi sono da antologia del rock…pensa che siamo talmente fans che quando suonarono ai magazzini generali a Milano siamo partiti da Livorno (nevicava) per andare a vederli e nonostante il giorno dopo dovevamo suonare a Teramo. Comunque mi sembra un po' esagerato paragonarci a loro….non nascondo però che ci ha fatto piacere leggerlo. I Pearl Jam poi sono l'unico gruppo del momento che fa "ROCK".quello che inizia con la R e finisce con la K

A chi é venuto in mente di affidare il video di 'Mister' a Davide Toffolo?
Toto: A me!! È tutto merito mio, nel senso che sono stato io a chiamarlo e a convincerlo a fare un videoclip per noi. A me è sempre piaciuto lo stile di Davide , mi colpì soprattutto il video dei 24 Grana e poi sentivo l'esigenza di far fare un video a una persona estranea al gruppo. Tutti i nostri video precedenti avevano implicato un lavoro estenuante da parte nostra (visti i budget miliardari che la Sony aveva messo a disposizione), in genere facevamo tutto noi (Carlo ovviamente era il regista).Questa volta abbiamo mandato la canzone a Davide, a lui è piaciuta molto…"dice gli dava delle visioni psichedeliche", dopo qualche giorno ci ha mandato lo storyboard che ci ha entusiasmati e dopo 1 mese et voilà!! Le videoclip est pronto!!! Il video è stato realizzato con "Flash" (il programma usato per le animazioni su internet) ed è stato quello la chiave del successo riscontrato con i canali televisivi, piaceva questo sapore "hi tech/low fi" che effettivamente traspare dal video. Comunque siamo già pronti a girare il prossimo video, come sempre sarà un video fatto in casa.anzi in strada!

Siete una formazione che fa molte date dal vivo. Avete gia pianificato il tour per il disco? Come verranno proposti dal vivo i brani di "salto con te"?
Toto: Siamo soddisfatti della nostra nuova agenzia, la "Link", che tra l'altro ha nel cast i Quintorigo, i nostri compagni di etichetta e di viaggio Malfunk, Nuove Tribù Zulu, C.O.D e molti altri. Stanno lavorando al tour estive e sembra che le cose vadano per il meglio, faremo anche qualche festival ma per ora non voglio anticipare nulla che porta sfiga J , il tour proseguirà per l'autunno-inverno 2001-2002 (come il postalmarket). Abbiamo già avuto modo di sperimentare la scaletta nuova ed è un live set veramente coinvolgente, la gente si diverte molto e ci segue soprattutto nei momenti in cui lasciamo andare la nostra vena rock-psichedelica. Matteo oltre la sua chitarrona suona anche il moog, Carlo usa 2 microfoni (uno serve per la voce effettata/distorta) e io ho aggiunto al mio set un "pad simmons", di quelli esagonali che usavano i Rockets negli anni '80 per intenderci, fa un suonino da far invidia a Beck (si lo so! ho esagerato). Comunque è sempre un concerto degli Snaporaz cioè urlare, saltare, sudare!!!!

Il disco sembra piacere alla critica, ma i vecchi fans e gli amici che dicono?

Carlo: La critica sei tu, chi può darti di più! Sicuramente fa piacere sapere che il disco riscuote successo nell'ambiente e molto probabilmente é l'unico vero successo che può ambire un gruppo rock in Italy. Fortunatamente gli amici e i sostenitori di vecchia data hanno apprezzato le evoluzioni, anzi quelli che prima erano tiepidi questa volta ci hanno coccolato entusiasti. In un ristorante là vicino intanto Luzzato Fegiz vomitava per indigestione un timballo di anitra tartufata addosso al cameriere.

Che aspettative avete per le vendite di "salto con te"?

Carlo: Tra le 540 e 900.000 copie. Scherzo, momentaneamente siamo molto contenti di come ci é venuto. Sarebbe bello, e questo é naturale, che il disco cominciasse a circolare tra le mani di più gente possibile; del resto la musica é fatta per essere ascoltata. Ovviamente i budget di gruppi come noi non permettono di 'telecomandare' e ipnotizzare la gente all'acquisto; crediamo tuttavia nelle piccole scelte promozionali che abbiamo fatto e ci apprestiamo a suonare il più possibile in giro. Molto probabilmente é il modo più adatto per farci apprezzare.

Snaporaz, un nome che comincia a suonare familiare anche a chi non vi conosce...sarà mica che siete in giro da così tanto tempo che vi siete invecchiati?
Toto: Abbiamo avuto la fortuna di uscire con il primo disco in un periodo molto roseo per le produzioni nostrane, alcuni gruppi che sono usciti in quel periodo hanno venduto molto e ora sono realtà enormi (Subsonica su tutti), purtroppo molti altri sono spariti, schiacciati da manager e dipendenti di major senza scrupoli. Noi ci siamo fatti il nostro modesto pubblico che piano piano cresce e ci capisce, spesso ci hanno collocato tra i gruppi scanzonati/popolari se non addirittura demenziali, ma questo è il solito problema del rock italiano…in pochi hanno senso dell'umorismo. Invecchiati?? Certo che si, tra pochi giorni compirò trent'anni..alleluya.

Carlo: Io sono sempre più bello.

Avete/avrete ancora rapporti con il mondo del cinema?

Carlo: Francamente non lo so. Musicalmente in genere é difficile rifiutare delle offerte così affascinanti. Se qualcuno avrà bisogno di noi non ci tireremo di certo indietro. Io personalmente sto lavorando ad un progetto, ma é ancora prematuro parlare di impegni. Poi ovviamente spererei per Toto, che meriterebbe per attitudine, di fare ancora cinema come attore, n'est pas?

La scena musicale italiana: siamo messi così male?
Toto: Se siamo messi così male bisogna ringraziare tutti quelli che lavorano nelle case discografiche, non capiscono un emerito cazzo di musica e la loro preoccupazione è salvarsi la poltrona che hanno sotto al culo (spesso se le interscambiano queste poltrone), non a caso i progetti più interessanti e che hanno un buon riscontro di vendite escono dal circuito indipendente (o quasi) vedi Mescal, Sonica Factory, la nostra Baracca e Burattini, Gammapop e molte altre.

Carlo: C'é grande spreco di menti e di denaro nelle 'alte sfere', ma la qualità sarebbe altissima guardando in basso, e parlo soprattutto di chi opera nel settore discografico.

Una domanda banale che cerca una risposta originale: internet e musica... che succede?

Toto: Boh?? A me pare che internet si sia sviluppato soprattutto per quanto riguarda dare informazioni, promozioni di tutti i tipi e naturalmente pornografiaappalla. Per ora mi sembra ancora lontano il giorno in cui potremo comprare o vendere dischi in rete, non a caso tutti i mega siti/portali che ci hanno provato sono falliti. Sicuramente serve a farti conoscere, qualsiasi persona può farsi un sito, bisogna vedere poi quanta gente lo visita, in una situazione come quella del rock italiano la presenza massiccia in rete non può far che bene, basta pensare che un gruppo di ragazzi drogati e fannulloni come voi sono riusciti a mettere su un sito niente male e per di più importantissimo per la scena autoctona. Napster invece è veramente una figata e fa solo del bene a qualsiasi musicista, VIVA lo scambio gratuito dei file musicali, ABBASSO i Metallica e Courtney Love (la troia).

Vi lascio i nostri indirizzi :
www.snaporaz.net , www.baraccaeburattini.it
Carlo: Ah, io grazie alla condivisione dei file, sono riuscito a ritrovare le canzoni di Klark Kent (un ancestrale cruccio, ma enorme) dopo anni di spasmodica e vana ricerca; questo mi basta per ora.

Siete tutti in macchina e dovete scegliere la cassettina da ascoltare durante il viaggio. C'é qualcosa che vi mette daccordo?
Toto: Abbiamo gusti molto simili per fortuna, se qualcuno scopre un gruppo nuovo lo registra agli altri al volo, cmnq se devo dirne una sola dico THE WHO- "THE KIDS ARE ALRIGHT".(che è un the best of)

Come diavolo vi é venuto in mente di affidare l'artwork del CD al nostro incapace Fiz?

Toto: Fiz ha sempre attaccato molto duramente la grafica di Tantalana (e aveva ragione) così mi è venuto spontaneo chiedergli "- visto che sei tanto bravo, curala te la grafica del disco-" , effettivamente ha fatto un bel lavoro.

Carlo: "...gran trombatore quel Fiz..." (Ugo Tognazzi docet).

Come va la vita a Livorno?
Carlo: Come a Ancona, Pescara, Salerno, Savona, Ravenna, Cagliari, Trieste,Viterbo, Vicenza, Piacenza, Brindisi, L'Aquila, La Spezia, Cuneo, Brescia, Parma, Terni, Pistoia and many other. A Livorno diciamo spesso 'deh'.

Toto: Per fortuna questa è l'ultima risposta. ora scendo, prendo la bici e vado al mare che a maggio è uno splendore... birra, spinello e tintarella Yeah!! QUESTO E' ROCK'N ROLL

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    È morta Dolores O' Riordan, la cantante dei Cranberries