Snaporaz - via modem, 01-10-1999 Intervista

01/10/1999 di

eccola:



Rockit: La prima domanda è insieme la più facile (per me) e la più difficile (per voi): come la mettiamo con 'stacosa Snaporaz/Paolo Virzì ? insomma con tutto il batage pubblicitario e la spinta che avete avuto adesso come minimo dovreste essere famosissimi... parecchi hanno insistito su questo punto. io stesso nella mia recensione ci sono andato giù anche pesantuccio se vogliamo... voi come l'avete presa?

Carlo: Vorrei tanto aver sottomano una citazione, magari di Pasolini, per poter cominciare a risponderti, ma sul furgone in cui stiamo viaggiando c'è una temperatura che non permette di essere intellettuale per niente. Parliamo di questo sporco affare Snap/Paolo Virzì,.......è giusto, anche se non avrei mai pensato di doverne parlare con questo approccio. I fratelli Cohen fanno dei gran films, hanno un'intesa eccezionale, dovuta alla loro stretta parentela........uno scrive, l'altro dirige ma sicuramente è una formalità burocratica (non come i fratelli Taviani che girano una inquadratura per uno, o i Blues Brothers che si alternavano nel canto solista). Il rapporto Snap/Paolo Virzì è basato su una reciproca stima. L'uno influenza l'altro........mi spiego: Paolo da sempre passa molto tempo con me e con gli altri del gruppo, abbiamo fatto insieme gite, cene, ci ha portato in giro,a bbiamo fatto grandi conversazioni su tutto, si può a tutti gli effetti dire che siamo come fratelli (eh eh). Tutti i progetti di Paolo sono sempre passati sotto l'occhio "vigile"(dogma giovanile) del fratello e tutte le canzoni e gli intenti degli Snaporaz sono state ascoltate da lui prima che diventassero dei feti/provini. Sarà che Paolo ha sempre amato il modo "factory", sarà che si annoia con i babbioni tromboni suoi coetanei (o più sù), sarà che io in fondo ho sempre sognato di fare il regista e lui di fare il cantante. Purtroppo dalle nostre parti si scivola nell'odore paranoico del nepotismo di stampo mafioso (ricorda: virzì from Palermo) ma Paolo è una persona fantastica, non si rende conto di tutto ciò, perchè è preso a curare in ogni dettaglio i suoi film.

Se gli Snaporaz avessero avuto il manager di Zucchero a quest'ora sarebbero a prendere il sole in una dacia sul Mar Baltico invece di andare a suonare in un posto che si chiama Montelupo davanti a 4 anziani compagni terrorizzati e tre punk di paese che timidamente ti mandano in culo!

Toto:Noi finora abbiamo sempre cercato di tener distanti i nostri lavori: il rock da una parte e le colonne sonore dall'altra..........poi, giustamente, tutti ci identificano con i lavori di Paolo (che hanno una più grande risonanza a livello nazionale)............forse, secondo me, abbiamo commesso una leggerezza a chiamare il primo album "ovosodo e il ritorno della micronite" però in quel periodo ci serviva qualcosa che poteva farci riconoscere da tutti (dato il budget medio/basso delle nostre produzioni! Soldi per la promozione zero........video autoprodotti ecc...............).

Rockit: State facendo soldi a palate? quante copie avete venduto di “Tantalana!” ?

Matteo: Sulle vendite di Tantalana abbiamo soltanto dati approssimativi che non ci permettono una esatta valutazione. Si mormora che ci aggiriamo tra le medie delle prime 5 settimane d'uscita di "THRILLER" e il greatest hits di Umberto Balsamo. Stiamo sfiorando il DISCO DI PAGLIA.

Toto:Le nostre speranze sono riposte tra le 5000 e le 7000 copie........siamo ragazzi semplici, di provincia...ci accontentiamo di poco.

Rockit: Com'è avvenuto il contatto con la Noys ?

Snaporaz: Diciamo che noi avevamo appena firmato con Baracca&Burattini che a sua volta aveva appena firmato con la Noys così per la famosa proprietà transitiva dei contratti siamo andati a finire nelle grinfie della tanto amata major........... ......che logicamente ci ha riempito di soldi!

Rockit: Come vi siete conosciuti? Quando avete capito che sareste diventati gli Snaporaz?

Toto: Per una questione strettamente demografica a Livorno è molto facile conoscersi soprattutto se si è suonatori con simili modi comportamentali......... fra emarginati è facile diventare amici...........pensa che quando tutti i teenagers di Livorno ascoltavano sandy marton noi ci distruggevamo con i Beatles, gli Who e gli U2. Ma questo penso sia comune a tutti quei poveracci che avevano 14 anni nella metà degli anni 80......poi per fortuna è arrivato il seattlesound…
Gli Snaporaz però si sono formati stabilmente nell'autunno 1996. Personalmente prima suonavo in un gruppo sixties chiamato steve sperguenzie and the incredible lisergic ants (di cui ora è uscito un cd per la self produzioni… un po' di pubblicità non guasta mai no??). Gli altri militavano in altre band.

Rockit: se c'è una cosa che mi ha sempre fatto impazzire dell'essere musicista (e che più ho invidiato) è il furgoncino con cui si gira l'italietta nostra per suonare... l'avete anche voi? com'è? quanto vi è costato? l'usate spesso?

Snaporaz: aaaahhhh il nostro furgonazzo, l'abbiamo portato proprio oggi in officina.......ci starà 2 settimane e ci mancherà parecchio, d'altronde l'abbiamo quasi distrutto quest'estate e deve essere pronto per farsi un inverno da brividi. è un ford transit rosso, abbiamo fatto dei lavori al suo interno per poter caricare tutti gli strumenti e noi sette (6 snaporaz + 1 fonico), è un po' vecchietto ma se la cava ancora bene figurati che l'abbiamo pagato solo 5 milioni perché ce l'ha venduto il tipo che prima ce lo affittava e quando si è reso conto che ci eravamo affezionati al furgonazzo ed eravamo fatti l'uno per l'altro ce lo ha svenduto.......a proposito grazie Alessandro!

Rockit: concerti? quanti? dove? con chi? perché?

Snaporaz: Concerti ne facciamo parecchi (130 da quando stiamo con baracca e burattini). Ci siamo praticamente fatti tutta l'Italia, vivendo esperienze indimenticabili… a volte positive a volte negative… ma comunque indimenticabili. Dal vivo diamo veramente tutto, le canzoni sono tutte più potenti rispetto ai dischi, noi ci divertiamo e ci galvanizziamo parecchio ...... diciamo che dal vivo tiriamo fuori tutta la nostra vena patchankosa/punk/balcanica/alcolica.

Rockit: Come nascono le vostre canzoni? Cioè la solita noiosa domanda: prima i testi o la musica ?

Snaporaz: Prima, generalmente, buttiamo giù la musica di un pezzo, carlo vi adatta il testo e poi adattiamo la musica al testo di carlo.....chiaro no?? Per Tantalana! abbiamo composto tutto il disco in 2 settimane, ci piaceva l'idea di fare un disco "onesto"......senza tutti quei cambiamenti che snaturano l'idea di partenza di un determinato pezzo (direttamente dalla cantina all'ascoltatore). Il prossimo lo faremo arrangiatissimo, studiato nei minimi particolari e vinceremo il festival di Castrocaro.......olè!!(Castrocaro fa molto pulp no?!?)

Rockit: Ci sono aneddoti divertenti dietro a qualche canzone di Tantalana! ?

Snaporaz: Ci siamo dimenticati di mettere un effetto all'inizio di amore apri e ce ne siamo resi conto qualche giorno fa (dopo solo 7 mesi) quando abbiamo riascoltato la preproduzione .........ci stava proprio bene quell'effettino........peccato!!

Rockit: Avete una sala prove tutta vostra?

Snaporaz: Dividiamo la sala prove con i Cappanera (un gruppo con tendenze metal, però quello ganzo) hanno suonato a giugno al God's of Metal a Milano e ora stanno preparando un disco per un'indipendente americana, sono una band di culto del metal nostrano (altro spazietto pubblicitario scroccato a rockit)......a volte ci sono casini per decidere i giorni di utilizzo della stanza; ma ci vogliamo bene reciprocamente...

Rockit: Quali sono i gruppi che più vi piacciono? e tra i più ganzi, quali sono quelli veramente innovativi "rivoluzionari"? e quelli che vi hanno ispirato?

Snaporaz: Dobbiamo fare 2 discorsi separati: la scena attuale e quella 60/70........ anche un po' 80 va…
Allora. I gruppi "storici" che ci hanno influenzato di più sono sicuramente i Beatles (originali eh??) gli Who e tutto il rock fine 60 inizio 70 (da Jimi Hendrix ai Genesis, dai Velvet agli U2 etc.....) nel nostro "olimpo" ideale della musica non mancano sicuramente i Police, la Manonegra, Chet Baker, Janes Addiction, Velvet, Pearl Jam e chissà quanti altri che ora non ho voglia di starvela a menare........sicuramente ora ascoltiamo molta musica attuale e se posso fare tre nomi di dischi usciti ultimamente e che tutti abbiamo comprato, e non ce li siamo registrati a vicenda perché ci fanno godere abbestia, dico: primo fra tutti "liquid skin" dei Gomez, sono veramente geniali e penso che se c'è un gruppo che ci farà stare bene in futuro sono proprio loro......."clandestino" di Manu Chao è stupendo, un'esperienza di vita........"mutations" di Beck è un disco dolcissimo, bellissimo e poi lui è veramente un pazzo grandioso.

Per quanto riguarda l' italia siamo devoti a paolo conte,tenco e ciampi, nel rock ci sfondiamo le orecchie con gli afterhours(i più grandi),i virginiana miller, un pò di subsonica e a me piace tantissimo il singolo dei verdena (il disco non l'ho ancora ascoltato) , il disco dei brutopop è tutto un godere gli avion travel,nel loro genere sono dei maestri e li stimiamo parecchio. elio e le storie tese sono sicuramente unici, mi piacevano i primi litfiba (compreso litfiba 3 per intenderci ) e credo che gli skiantos sono stati rivoluzionari rispetto al periodo in cui suonavano........toh!!"

Rockit: Livorno. città di mare. città che "dà gloria soltanto all'esilio e ai morti la celebrità" (per citare l'inarrivabile Vinicio Capossela) ...com'è Livorno? come si vive a Livorno? cosa c'è per i giovani e la musica a Livorno? siete in contatto con qualche altra band della zona? ci sono altre band a Livorno ?

Snaporaz: Livorno è sicuramente una delle città più tolleranti d'Italia, i Medici qui vi costruirono un porto franco con leggi speciali molto permissive (l'Amsterdam dell'800), qui è nato il partito comunista…….insomma non è malaccio. Purtroppo come tutte le città di provincia la vita è un po' scialba (d'inverno soprattutto), di locali “rock” manco a parlarne e per la situazione giovanile il comune non fa una mazza (tanto il centro sinistra qui ha il 70% e i voti dei giovani non servono) . Guarda caso la città pullula di gruppi più o meno noti come gli Ottavo Padiglione, che ora hanno preso una strada più reggae, i Virginiana Miller che sono molto amici e fanno dischi bellissimi, i sopracitati “steve sperguenzie” e “cappanera”, i ”flora e fauna” e i “negative pole” sono due bei gruppi dell'area post/rock/punk/hardcore (anche se loro non amano definirsi così)….….poi ci sono tante formazioni che si devono ancora fare ma che promettono bene. E c'è un bel giro anche nell'ambiente jazz…….Insomma visto che nel tempo libero non c'è niente da fare, i ggiovani suonano.

Rockit: Il vino o il fumo?

Snaporaz: Tutti e due, in abbondanza, basta non mischiarli.

Rockit: Avete mai avuto problemi con legge?

Snaporaz: Nessun reato penale, solo amministrativi per i soliti motivi (vino, fumo etc…..) :-)

Rockit: Libro da leggere.

Snaporaz: “L'oro del mondo” di Sebastiano Vassalli è un romanzo proprio bello

Rockit: Viaggio da fare.

Snaporaz: Bho! Dove vi pare, basta andarsene via per un po' che fa sempre bene………personalmente vi posso consigliare il sud del Sud America (Cile Bolivia Argentina) dato che ci sono stato per un bel po': la gente è tranquilla, non costa tanto e ci sono dei posti stupendi…….anzi se qualcuno vuol fare un viaggio da quelle parti, soprattutto in Cile, e gli serve qualche consiglio, mi scriva all'indirizzo email che a me piace parlare di 'stecose. Se poi volete fare un viaggio per rimorchiare le ragazzine purtroppo ci sono già Cuba, S. Domingo, Thailandia etc...

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS